Repellenti antizanzare, questi sono incredibilmente nocivi: NON metterteli addosso

Repellenti antizanzare: attenzione a leggere l’etichetta e scopri quali sono i principi attivi. I prodotti chimici sono incredibilmente nocivi: non metterli addosso.

Prodotti tossici
Repellente per le zanzare – Nanopress.it

Con l’arrivo della stagione estiva le zanzare, le mosche ed altri fastidiosi insetti invadono le case e i giardini. Molto spesso si ricorre all’utilizzo di insetticidi e di repellenti chimici antizanzare, che sono incredibilmente nocivi. È bene non metterli addosso!

Per individuare un repellente anti-zanzare efficace e sicuro per la salute umana e per l’ambiente, l’UE ha stillato un Regolamento di conformità che autorizza la commercializzazione del prodotto chimico.

Un repellente anti-zanzare sicuro deve contenere sostanze attive approvate per l’utilizzo specifico e non deve presentare rischi per la salute umana e per l’ambiente.

repellente antizanzare
repellenti antizanzare nocivi – Nanopress.it

La Direzione generale della Concorrenza dei consumatori e del controllo delle frodi invita i consumatori a verificare:

  • il numero del lotto e la sua scadenza,
  • il lasso di tempo necessario per l’attuazione dell’effetto biocida,
  • la specifica del principio attivo impiegato.

Pertanto, ogni consumatore dovrebbe acquisire le informazioni necessarie per acquistare un prodotto efficace e atossico.

Repellenti anti-zanzare: controlla l’etichetta

Gli antizanzare sono una categoria di repellenti che hanno un certo grado di tossicità. Un repellente anti-zanzare deve essere registrato e approvata dal Ministero della Salute. Sull’etichetta del prodotto viene riportata l’indicazione “Presidio medico chirurgico“. Inoltre, sulle confezioni sono inserite specifiche diciture, tra cui “tiene lontane le zanzare per 6 ore”, è “efficace contro le mosche” e simili.

È rilevante che il prodotto contenga le seguenti diciture:

  • rispettoso dell’ambiente,
  • naturale,
  • biocida a basso rischio,
  • non nocivo per la salute,
  • non tossico.

Se l’etichetta riporta l’elenco completo degli ingredienti si tratta di un cosmetico. Si tratta si prodotti a base di olii essenziali di timo, di citrinella e di geranio.

Antizanzare: quali sono i principi attivi?

I principi attivi sono repellenti efficaci:

  • Icaridina: è efficace e protegge fino a cinque ore. Provoca irritazione oculare ed è meglio preferire le basse concentrazioni,
  • Deet: è molto efficace anche a basse concentrazioni e provoca grave irritazione cutanea,
  • IR3535: principio attivo poco diffuso,
  • Citridiol e Citrepel: si tratta di sostanze di origine vegetale ad azione insetto-repellente. È altamente efficace e tiene lontane molte specie di insetti. Il Citriodiol® è un principio contenuto in molti repellenti per insetti in tutto il mondo.

Repellenti anti-zanzare: quali principi attivi non sono permessi?

C’è un elenco di principi attivi che non sono permessi: olio essenziale di neem, olio essenziale di menta piperita, olio essenziale di citronella, olio essenziale di ylang ylang, olio essenziale di limone eucalipto, olio essenziale di geranio, olio essenziale di lemongrass.

repellente antizanzare
repellenti antizanzare nocivi – Nanopress.it