Red Bull, doppia vittoria. Disastro per la Ferrari

Charles Leclerc di nuovo in pole, ma ancora eliminato: il pilota della ross non riesce ad arrivare al traguardo per un danno al motore, e fallisce anche la seconda Ferrari. Ottime le Red Bull.

La Ferrari di Leclerc
La Ferrari di Leclerc – Nanopress.it

Max Verstappen e Sergio Pérez sulla Red Bull hanno avuto una partita facile. Il pilota della Red Bull Max Verstappen ha vinto il Gran Premio dell’Azerbaigian con un netto margine rispetto al suo compagno di squadra Sergio Pérez. Terzo è stato George Russell su Mercedes davanti a Lewis Hamilton.

Safety Car e problemi con i pit stop

Eliminata la lotta per la vetta tra Red Bull e Ferrari, Charles Leclerc e Carlos Sainz si ritirano per problemi tecnici. Sebastian Vettel si è assicurato il suo miglior risultato stagionale finora, al sesto posto con l’Aston Martin, Mick Schumacher, partito ultimo, ha mancato di nuovo i punti alla Haas chudendo al 14° posto.

Charles Leclerc è partito dal primo posto sei volte in questa stagione, ma non è stato in grado di mantenere questa posizione a lungo in Azerbaigian. Pérez è partito bene dopo lo spegnimento del semaforo e si è subito seduto accanto a Leclerc, che ha frenato alla prima curva.

Leclerc, appena superato, è stato inizialmente in grado di difendersi anche da Verstappen, che a sua volta è stato molestato da Sainz. Ma le Red Bull erano nettamente superiori all’inizio della gara, Pérez in testa aveva già guadagnato 1,8 secondi di vantaggio su Leclerc dopo tre giri. Verstappen si era avvicinato al pilota Ferrari, ma non è bastato per un sorpasso.

Il primo guasto si è verificato al nono giro. Il gruppo ha superato la fase di partenza senza incidenti, non un dato di fatto sul circuito cittadino di Baku. Sainz era all’uscita di emergenza della curva quattro, quando ha dovuto parcheggiare per un difetto idraulico. La Ferrari ha utilizzato la successiva fase di safety car virtuale per montare pneumatici duri sull’auto di Leclerc.

Con un tempo da fermo di 5,4 secondi, la sosta è stata tutt’altro che buona, ma poiché anche George Russell è rientrato ai box con la Mercedes, Leclerc è rientrato dietro le Red Bull. Poco dopo, anche la Red Bull ha avuto problemi, Pérez era addirittura 5,7 secondi al cambio gomme (17), ma è tornato in pista appena davanti a Russell al terzo posto.

Doppio fallimento Ferrari, Red Bull ‘vola’

Prima dello stop si era fatto sorpassare dal compagno di squadra Verstappen, allora più veloce (15). Dopo essersi anche fermato ai box (3,5 secondi/giro 19), Leclerc è tornato in testa.

Carlos Sainz
Carlos Sainz – Nanopress.it

La Scuderia Ferrari non è ruscita ad essere felice se non per pochissimo tempo: appena due giri dopo, Leclerc è rientrato ai box con il motore fumante. Leclerc era già stato eliminato a Barcellona quando era in testa. Dopo poco più della metà della gara, Verstappen era il pilota più veloce in campo, ed aveva un vantaggio di oltre nove secondi su Pérez e più di 18 secondi su Russell (32), e le soste successive non hanno cambiato l’ordine del primi tre.

Sono stati seguiti dai piloti Alpha Tauri Pierre Gasly e Yuki Tsunoda, che non erano ai box e quindi sono risaliti, oltre a Lewis Hamilton, che ha lottato con la sua Mercedes che rimbalzava pesantemente. Vettel, che aveva temporaneamente perso posizioni a causa di un testacoda ed era partito dalla nona posizione, era settimo al 38esimo giro, ed entrambi sono riusciti a risalire verso la fine. Verstappen e Pérez hanno concluso la gara con sicurezza davanti a Russell.

Nella classifica del Campionato del Mondo, Verstappen guida con 150 punti davanti a Perez con 129. Leclerc è scivolato al terzo posto con 116 punti. Anche nel campionato costruttori, la Red Bull sta ampliando il proprio vantaggio. Con 279 punti, la scuderia precede Ferrari con 199 punti e Mercedes (161).