Putin e le minacce al mondo: quante armi nucleari ha la Russia?

Nel suo ultimo discorso, Putin ha minacciato di usare le proprie armi nucleari: ecco quelle che sono a disposizione della Russia. 

Vladimir Putin
Vladimir Putin – Nanopress.it

In un discorso pronunciato alla nazione il 21 settembre 2022, il leader russo ha annunciato una parziale mobilitazione delle forze militari russe e avanzato nuove e più esplicite minacce all’uso di armi nucleari qualora venga minata l’integrità territoriale della Russia e del suo popolo. Quali armi sono attualmente possedute dalla Russia?

Putin e la sua minaccia nucleare

Il presidente Putin ha annunciato una “mobilitazione parziale” delle forze da inviare in Ucraina e ha avvertito che utilizzerà tutti i mezzi a sua disposizione”per difendere il territorio russo, sollevando preoccupazioni in tutto il mondo.

Come per gli avvertimenti precedenti, però, gli analisti suggeriscono che le sue azioni dovrebbero probabilmente essere interpretate come un avvertimento rivolto ad altri paesi al fine di non intensificare il loro coinvolgimento in Ucraina, piuttosto che segnalare il desiderio di usare armi nucleari.

Tali armi sono in circolazione da quasi ottanta anni e molti paesi le concepiscono come strumento che possa garantire loro sicurezza interna.

Vladimir Putin
Vladimir Putin – Nanopress.it

Le armi nucleari della Russia

Quante armi nucleari ha la Russia? Si tratta di una domanda che non ha una risposta univoca, in quanto ci si può avvalere solo di stime. Secondo la Federation of American Scientists, la Russia avrebbe 5.977 testate nucleari – dispositivi che innescano un’esplosione nucleare – di cui circa 1.500 saranno smantellati.

Delle restanti 4.500 circa, la maggior parte sono considerate armi nucleari strategiche: missili balistici, o razzi, che hanno una mira su lunghe distanze. Queste sono le armi solitamente associate alla guerra nucleare. Il resto sono armi nucleari più piccole e meno distruttive per l’uso a corto raggio sui campi di battaglia o in mare.

Ma ciò non significa che la Russia abbia migliaia di armi nucleari a lungo raggio pronte a essere azionate.

Gli esperti stimano che circa 1.500 testate russe siano attualmente “dispiegate“, ovvero situate in basi missilistiche e bombardieri o su sottomarini in mare.

Il confronto con altri paesi

Nove paesi hanno armi nucleari: Cina, Francia, India, Israele, Corea del Nord, Pakistan, Russia, Stati Uniti e Regno Unito. Cina, Francia, Russia, Stati Uniti e Regno Unito sono anche tra i 191 stati che hanno sottoscritto il Trattato di non proliferazione delle armi nucleari (NPT).

In base all’accordo, devono ridurre le loro scorte di testate nucleari e, in teoria, impegnarsi per la loro completa eliminazione. Tale accordo, inoltre, ha ridotto il numero di testate immagazzinate in quei paesi dagli anni ’70 e ’80.

India, Israele e Pakistan non hanno mai aderito al TNP e la Corea del Nord lo ha abbandonato nel 2003.

Israele è l’unico paese dei nove a non aver mai formalmente riconosciuto il proprio programma nucleare, ma è ampiamente accertato che abbia testate nucleari.

L’Ucraina non ha questo tipo di armi e, nonostante le accuse del presidente Putin, non ci sono prove che abbia tentato di acquisirle.