Pensione con 20 anni di contributi, addio lavoro: ecco come puoi farlo

Si può andare in pensione con 20 anni di contributi? Ecco quali sono le nuove condizioni e come procedere con l’invio della domanda.

Pensione con 20 anni di contributi
Pensione con 20 anni di contributi-NanoPress.it

Ci sono molte domande che i pensionati si stanno ponendo in questi giorni e quasi tutte riguardano le pensioni, le novità in essere e come saranno le cose a partire dal prossimo anno con il Governo in entrata. Tutti sperano che ci siano dei cambienti interessanti, con gli aumenti che abbiamo visto non mancare proprio per contrastare il periodo di crisi che riguarda tutte le categorie.

Si parla moltissimo di andare in pensione con 20 anni di contributi, ma come fare la domanda e quali sono le condizioni che vengono richieste? Facciamo chiarezza.

Pensione per gli italiani: tra novità e incertezze

È tutta una domanda senza risposta e i pensionati cominciano a voler capire come andare avanti. In un contesto storico così particolare e complicato, l’arrivo di un nuovo Governo potrebbe cambiare le carte in tavola e dare uno spiraglio a tutti coloro che vorrebbero solo capire quando andare in pensione, con assegni adeguati agli anni di lavoro.

Pensione anticipata
Pensione anticipata-NanoPress.it

L’importo dell’assegno delle pensioni potrà essere determinante e fondamentale per approvare quelle che sono le richieste di pensionamento anticipato. I lavoratori italiani hanno diverse carte a disposizione, ma arrivare a 67 anni può sembrare un traguardo lontanissimo da raggiungere.

Chi desidera staccare prima dal lavoro, può chiedere la pensione anticipata? Ci sono queste condizioni e lo Stato Italiano lo permette se si accettano alcuni compromessi molto importanti (come l’importo dell’assegno modificato).

Soldi della pensione
Soldi della pensione

Non solo, l’ordinamento italiano richiede anche dei requisiti particolari da rispettare al fine di poter andare in pensione in anticipo con 20 anni di contributi e 64 anni di età: quali sono le condizioni?

Pensione anticipata: come andare con 20 anni di contributi

La pensione anticipata è una misura messa a disposizione dallo Stato Italiano per tutte le persone che decidono di lasciare il lavoro, prima del tempo. Si richiede all’età di 64 anni ed è importante che abbiano maturato almeno 20 anni di contributi maturati dal 1° gennaio 1996 – e non prima.

La condizione in essere, come si può notare, possiede alcuni vincoli che gli italiani devono osservare anche se i requisiti non sono così difficili da raggiungere. Tuttavia, la misura non è così facile da applicare e possono essere previsti alcuni vincoli da tenere in considerazione.

Facciamo il punto? La normativa italiana prevede che in pensione anticipata possono andare i cittadini che hanno maturato un importo superiore – o pari – al 2,8 volte l’assegno sociale. Questo vuol dire che si tratta di una pensione di 1.310euro circa.

La cifra si ottiene con 20 anni di contributi, ma potrebbe essere difficile da ottenere soprattutto per i soggetti che hanno sempre avuto stipendi non elevati.

Se si va nello specifico, si potrà notare di come 20 anni di contributi siano praticamente nulla per maturare un assegno da 1.300 euro. In realtà, servirebbero molti più anni per ottenere questa cifra e per fare un calcolo che si basa sui contributi versati.

Pensionata che fa i conti della pensione
Pensionata che fa i conti della pensione-NanoPress.it

In questo momento, l’aliquota è del 33% della retribuzione e questo vuol dire che il totale dei contributi versati in una carriera lavorativa, dovranno essere di 330mila euro. Tutto questo per poter andare in pensione anticipatamente a 64 anni con 20 anni di contributi versati.