Prima la Champions poi il Milan, Maldini aspetta Origi

Il Liverpool di Jurgen Klopp si prepara ad affrontare il Real Madrid nell’atto conclusivo della Champions League 2022 in un match imperdibile per tutti gli appassionati di calcio.

Divock Origi
Divock Origi – Nanopress.it

La finale di Parigi sarà probabilmente anche l’ultima partita di Divock Origi con la maglia dei Reds, per l’attaccante belga è pronta una nuova avventura con il Milan che ha puntato già da tempo l’attaccante di Klopp.

Regalare la Champions ai tifosi sarebbe il modo migliore per salutare un ambiente che lo ha, fin da subito, incoronato come leader e trascinatore.
Quattro anni di successi a Liverpool coronati da una Champions League, una Premier League e una coppa d’Inghilterra.

Origi al Milan, trattativa avanzata

Pioli e Maldini
Pioli e Maldini – Nanopress.it

Fisico possente e tanta velocità, caratteristiche alla mano Origi sembra sposarsi perfettamente con il sistema di gioco dei campioni d’Italia che stanno cercando in tutti i modi di portarlo a San Siro.

Da anni ormai Maldini e Massara seguono con interesse la carriera dell’attaccante belga e non vogliono farsi scappare l’occasione di prenderlo a parametro zero al termine della stagione.

Oltre ad essere un ottimo “bomber” il classe 95 è un giocatore amato da Klopp per la sua duttilità e spesso è stato impiegato dall’allenatore tedesco come esterno sinistro in un 4-3-3, stesso modulo che ha permesso a Pioli di vincere il tricolore.

 

Un’alternativa a Giroud ma anche a Leao

Olivier Giroud
Olivier Giroud – Nanopress.it

L’innesto di Origi all’interno della rosa rossonera potrebbe essere fondamentale sia per far rifiatare Olivier Giroud che Rafael Leao.
Il centravanti belga ha più volte dichiarato di trovarsi bene anche come esterno offensivo, ruolo che gli permette di sprigionare tutta la sua velocità e prepotenza fisica, armi che spesso sono risultate devastanti nelle gare “bloccate”.

Anfield ha già salutato il suo numero 27, ora Origi proverà ad aiutare Klopp ad alzare al cielo di Parigi la sua seconda Champions League con i Reds ed entrare ancor di più nella storia e nel cuore di questo fantastico Club.