Pipì, perché non dovresti MAI farla sotto la doccia: lo facciamo sempre ma è un grave errore

Sapevate che fare la pipì sotto la doccia non è un bene come sembra? Questa pratica che tutti facciamo potrebbe causare dei problemi, soprattutto per le donne. Vediamo perché.

Pipì sotto la doccia
Pipì sotto la doccia – Nanopress.it

Quando facciamo la doccia è sempre un momento di relax e goduria per il nostro fisico, soprattutto d’estate e tutti tendiamo con lo scrosciare dell’acqua a fare pipì.

Alzi la mano chi non l’ha mai fatto! Sicuramente nessuno, fare pipì sotto la doccia anzi può anche far risparmiare molta acqua. Ma attenzione, non è tutto così perfetto, anzi questa pratica potrebbe creare qualche problema al nostro organismo, soprattutto a quello delle donne. Vediamo perché.

Fare la pipì sotto la doccia può essere dannoso? Il parere di un’esperta

Fare la pipì sotto la doccia è uno dei gesti più comuni che si fanno quotidianamente, ma potrebbe a lungo andare creare qualche problema.

Ragazzo in doccia
Ragazzo in doccia – Nanopress.it

Si è detto spesso che fare pipì in doccia può far risparmiare molta acqua, se si pensa che non si deve scaricare il wc ogni volta.

Ma questo comportamento purtroppo potrebbe provocare dei danni, soprattutto alle donne. Perché? Ce lo spiegano diversi esperti, come ad esempio la fisioterapista pelvica Ylenia Degli Esposti.

La dottoressa spiega che fare pipì nella doccia non va bene anche a livello mentale: farla mentre l’acqua scorre potrebbe abituare il cervello a voler fare pipì ogni volta che sentiamo un rubinetto aperto, acqua che scroscia dalle fontane, cosa che può renderci più sensibili all’atto di andare in bagno.

Inoltre, per le donne, dare pipì in piedi può essere dannosa per il corpo: questo perché solo quando si è seduti si rilassa completamente la vescica e, di conseguenza, si riesce a svuotarla davvero tutta.

Doccia
Doccia – Nanopress.it

Fare pipì in doccia potrebbe, invece, provocare il contrario ovvero che la vescica non riesca a svuotarsi completamente, provocando così lo stimolo continuo di fare pipì.

Quindi, uno dei consigli, è che se si ha un bisogno impellente di fare pipì mentre si fa la doccia, bisogna almeno cercare di accovacciarsi un poco, cercando così di evitare la posizione eretta.

Un’altra conseguenza: le perdite urinarie

Sono tanti i medici che parlano di non fare pipì in doccia, come la dottoressa Alicia Jeffrey-Thomas, i cui commenti sono riportati su IFLScience.

La Jeffrey-Thomas parla anche di possibili perdite urinare a lungo andare: in pratica, secondo lei, facendo pipì sotto la doccia si innescherebbe il cosidetto riflesso di Pavlov.

Di cosa si tratta? In pratica nel 1889, lo scienziato russo Ivan Petrovich Pavlov condusse esperimenti sulla salivazione dei cani.

Si rese conto, tra le altre cose, che un cane può essere condizionato a salivare quando avverte un segnale acustico, cioè se è stato abituato a essere nutrito quando suona quel determinato segnale. Questo apprendimento può essere associato a segnali di vario genere che richiamano sensi diversi come l’olfatto.

Quello che abbiamo anticipato prima, quindi: fare pipì sotto la doccia potrebbe innescare nel cervello un meccanismo contorto, per cui l’abitudine a fare pipì con l’acqua che scorre potrebbe provocare perdite urinarie, ogni volta che ci si avvicina a un rubinetto aperto.

Questo è sicuramente un fastidio che, col passare del tempo, può diventare davvero insopportabile.

Insomma, tutto questo per dire che ok se ogni tanto sotto la doccia vi viene da fare pipì, non succede nulla, ma ricordatevi che farlo sempre potrebbe provocare dei danni fastidiosi al proprio corpo.