Piante, l’infallibile tecnica dello spiedino per scoprire se stanno morendo: fenomenale

Piante: ecco l’infallibile tecnica dello spiedino che consente di scoprire se stanno morendo. È davvero fenomenale.

Spiedini nelle piante
Spiedini nelle piante – Nanopress.it

Caldo torrido, mancanza di nutrienti, insetti e batteri possono alterare lo stato di salute delle piante del nostro balcone o del nostro giardino. C’è un trucco inedito che solo gli esperti vivaisti conoscono: stiamo parlando dell’infallibile tecnica dello spiedino, che consente di comprendere se le piante stiano morendo o meno. È una tecnica fenomenale.

Piante sane e rigogliose: quali sono i nutrienti necessari?

Esposizione al sole, clima, PH del terreno, umidità, presenza o meno di sali minerali e agenti esterni sono i fattori che hanno un impatto determinante sullo stato di salute delle nostre piante. Per crescere sane e rigogliose le nostre piante devono assorbire tutti i nutrienti dall’acqua, dall’aria e dal suolo. Carbonio, ossigeno e idrogeno sono i nutrienti non minerali che si ottengono dall’acqua e dall’aria, mentre gli altri nutrienti minerali vengono assorbiti dalle radici delle piante dal suolo. L’acidità e la consistenza del terreno determina l’entità dei nutrienti necessari per la crescita e la salute della pianta.

piante
piante tecnica dello spiedino – Nanopress.it

Il calcio è un minerale essenziale e gioca un ruolo fondamentale nella divisione cellulare. La carenza di azoto rallenta la crescita delle piante, mentre l’eccesso di azoto provoca squilibri nel ciclo biologico. Anche il fosforo è uno dei macronutrienti primari necessarie per il corretto svolgimento dei processi di sviluppo delle piante. Lo zolfo è un potente anti-parassitario per le piante che consente di combattere l’acaro rugginoso e lo oidio. Tra dli altri nutrienti essenziali per la crescita della pianta c’è il rame, il ferro, il cloruro, lo zinco, il molibdeno, il boro, il potassio e il magnesio.

Piante, la tecnica dello spiedino: in cosa consiste?

Per controllare lo stato di salute delle piante è bene ricorrere alla tecnica dello spiedino. Basta infilare uno spiedino nel terriccio e, dopo averlo estratto, è possibile capire se la terra è umida, secca o bagnata. Insomma, basta procurarsi un bastoncino di legno da spiedino per capire lo stato di idratazione del suolo e lo stato di salute della pianta.

Con le temperature elevate è meglio annaffiare le piante al mattino presto o nelle ore notturne. Quando le temperature sono basse non c’è necessità di annaffiare troppo le piante in quanto vanno in uno stato di quiescenza. Nel caso in cui piova copiosamente, è bene prestare attenzione a non annaffiare troppo la pianta: si rischia di provocare danni irreparabili alle specie vegetali.

piante
piante controllare stato salute – Nanopress.it