Migranti, nuovi sbarchi a Lampedusa: continuano i trasferimenti in altri hotspot

Continuano gli sbarchi dei migranti a Lampedusa e, allo stesso tempo, per permettere l’accoglienza dei nuovi arrivati nel migliore e più dignitoso dei modi, proseguono anche i trasferimenti negli hotspot anche al di fuori dell’isola stessa.

Migranti
Migranti – Nanopress.it

Altri 41 migranti sono stati individuati e aiutati dalla Guardia di finanza, stanotte, a largo dell’isola siciliana.

Migranti a Lampedusa.: nuovi arrivi

Non si ferma l’arrivo dei migranti a Lampedusa in questa estate. Tanti sono coloro che, aiutati o in autonomia, arrivano in Europa, passando per l’isola siciliana, nella speranza di poter andare anche oltre e trovare una vita migliore.

Dall’altro lato, la macchina dell’accoglienza e del soccorso, messa in campo dal Governo Italiano, non si arresta e, anche questa notte, una motovedetta della Guardia di Finanza ha soccorso tre piccole imbarcazioni per un totale di circa 40 migranti, portati in salvo a Lampedusa poi.

La situazione, nell’unico hotspot dell’isola, però, non è delle migliori. Infatti, a fronte di un numero di posti disponibili per ospitare i migranti, si sta nuovamente arrivando a cifre stratosferiche che obbligano, i volontari e i mezzi delle Forze dell’ordine, a programmare gli spostamenti dei migranti stessi, già quelli presenti da qualche giorno o di quelli appena arrivati, in altri hotspot, questa volta in Sicilia e nelle altre Regioni che si propongono per ospitarli.

Nell’ultimo salvataggio di questa notte, la Guardia di Finanza ha soccorso i migranti a 10 miglia dalla costa. Le loro piccole imbarcazioni erano partire tutte dalle coste della Tunisia. Tutti della stessa nazione quelli salvati e poi sbarcati a Lampedusa e, fra essi, anche 4 minori ed una donna.

Migranti arrivati in Italia
Migranti arrivati in Italia – Nanopress.it

Hotspot pieno: trasferimenti altrove

Nell’hotspot di contrada Imbriacola, con l’arrivo degli altri 40 sbarcati stanotte, si è arrivati a 415 ospiti. Questo, purtroppo, non permette un’accoglienza né una permanenza dignitosa per le persone al suo interno. Per questo, a partire da stamani, circa 120 di loro saranno trasferiti nell’hotspot di Porto Empedocle.

Ma, come dicevamo, gli sbarchi non si sono arrestati neanche nei giorni scorsi. Solo nella giornata di ieri, infatti, sono stati soccorsi in mari ben 130 migranti, sia dalla Guardia Costiera che dai volontari. Una situazione che non accenna a fermarsi, date anche le calme condizioni del tempo e del mare. L’hotspot dell’isola siciliana non può più ospitare altri migranti e chiede aiuto a quelli delle zone circostanti.

I trasferimenti sono stati organizzati, non solo per Porto Empedocle, ma anche per tutti gli altri hotspot presenti sia in Sicilia che nelle altre Regioni che sono pronte ed hanno dato disponibilità per accogliere gli arrivati.