Fognini saluta Montreal, passa Rune in due set!

Giornata amara a Montreal per il tennis italiano che dopo Matteo Berrettini vede l’uscita anche di Fabio Fognini che perde una battaglia di oltre 100 minuti con il norvegese Rune che passa il turno con il punteggio di 6/3,7/5

Holger Rune
Holger Rune – Nanopress.it

L’azzurro gioca una buona partita contro un avversario insidioso ma non riesce a vincere la battaglia del secondo set dove il norvegese si dimostra molto solido chiudendo il match con il parziale di 7-5.

Giornata triste dunque per il nostro tennis che perde due tennisti in poche ore nel torneo che da il via alla stagione sul cemento americano.
Per Fabio Fognini l’ennesima delusione di una stagione che fin qui ha evidenziato il netto calo del tennista ligure, mai competitivo in nessuna superficie e sempre eliminato ai primi turni.

Fognini, altra delusione

Fabio Fognini è senza dubbio uno dei più grandi talenti del tennis italiano e spesso in carriera le sue prestazioni sono state condizionate da un carattere che ha penalizzato il suo rendimento.

Fabio Fognini
Fabio Fognini – Nanopress.it

Da anni ormai la sensazione rimane sempre la stessa: il tennista ligure ha i mezzi per battere chiunque ma un carattere complicato che spesso lo porta ad innervosirsi ed a compromettere le sue prestazioni.

Fognini in carriera ha giocato le sue migliori partite sulla terra rossa ottenendo anche lo storico e meraviglioso trionfo nel masters 1000 di Montecarlo.
Il cemento americano però si ricorderà sempre di Fognini per la grande vittoria contro Rafa Nadal che subì il ritorno dell’azzurro facendosi rimontare addirittura di due set, fatto del tutto insolito per il fenomeno spagnolo.

Nella sfida di ieri con Holger Rune, l’italiano comincia male subendo la costanza del norvegese che è bravo a prendere subito in mano lo scambio con le sue accelerazioni di rovescio.
Il classe 2003 serve benissimo e gioca i colpi a rete con grande attenzione non lasciando nessuna chance a Fognini in un primo set che si chiude con un netto 6-3.

Arriva però nel secondo parziale la reazione di Fognini che alza il proprio livello di tennis mettendo in grande difficoltà il norvegese in un match che diventa appassionante e molto divertente.
Annullate diverse palle break il ligure tiene testa fino al 5-5 per poi cedere la battuta al norvegese che è bravo a capitalizzare l’occasione giocando con grande intelligenza il proprio  game al servizio.

Fognini ora si preparerà al torneo di Cincinnati dove proverà a tornare competitivo sul cemento americano in vista degli US Open.