Pensione INPS: 408 euro di bonus sul cedolino, solo per chi ha questi anni

Novità per quel che concerne la pensione INPS: tutte le novità sul bonus da 408 euro che arriverà direttamente sul cedolino.

domanda pensione
domanda pensione- Nanopress.it

Potrebbero essere ben 408 gli euro di bonus sul cedolino della pensione. Una vera boccata di ossigeno per alcuni ex lavoratori.

Pensione INPS: bonus da 408 euro in arrivo

Nel mese di aprile potrebbero essere pagati tutti gli arretrati previsti per il 2023 per la pensione INPS. Questo perché ci sono stati dei ritardi da parte dell’Ente e per altri motivi che approfondiremo di seguito.

Gli arretrati, infatti, faranno riferimento al periodo compreso tra gennaio e marzo 2023. Oltre a questo importante incremento della pensione, però, c’è anche un altro argomento che interessa gli ex lavoratori, in particolare, coloro che percepiscono le pensioni minime. Ad aprile, infatti, potrebbe arrivare il tanto atteso aumento previsto dalla Legge di Bilancio fortemente voluta dal Governo Meloni.

La pensione minima in Italia costituisce un assegno pensionistico erogato dall’Inps (Istituto Nazionale della Previdenza Sociale) ai cittadini italiani che abbiano raggiunto l’età pensionabile ma non dispongono di un’adeguata copertura previdenziale o non abbiano maturato contributi sufficienti per accedere a una pensione più elevata.

Attualmente la pensione minima è pari a 516,46 euro al mese per coloro che hanno maturato almeno 20 anni di contributi, mentre per coloro che non hanno raggiunto tale soglia la pensione minima è di 424,91 euro al mese.

Questi importi possono essere integrati da ulteriori assegni sociali e/o integrativi, che possono essere erogati dalle Regioni o da altri enti previdenziali, per garantire un sostegno economico adeguato ai pensionati che si trovano in condizioni di maggiore fragilità economica.

pensione INPS
pensione INPS – nanopress.it

Chi potrà beneficiarne

Per il 2023, la pensione minima ha subito una rivalutazione pari al 7,3%. Tuttavia, mancano due bonus previsti comunque dal Governo. Si tratta, da un lato, della rivalutazione straordinaria dell’1,5%, per i pensionati under 75enni e, dall’altro, della rivalutazione del 6,4% per i pensionati over 75enni.

Si comprende facilmente che la pensione minima può aumentare. Da 563,73 di pensione minima si arriva a 572 euro per i pensionati under 75enni. Si arriva, invece a 597 euro totali per over 75.

Si tratta di bonus che potrebbero arrivare ad aprile anche se erano previsti per gennaio. Per capire se arriveranno effettivamente ad aprile, bisognerà attendere ulteriori comunicazioni da parte dell’Ente.

pensione
pensione – nanopress.it

Gli arretrati, per chi percepisce una pensione minima e ha meno di 75 anni, corrispondono a 27 euro al mese che, scorporati, si riferiscono ai 9 euro mensili previsti per tre mesi. Chi ha più di 75 anni, invece, vedrà un aumento sulla pensione minima di 102 euro (che corrispondono a 34 euro per tre mesi arretrati). Ciò significa che, gli over 75enni, vedranno in un anno aumentare la propria pensione di 408 euro. Questa cifra si otterrà da 34 euro per 12 mensilità.

Una piccola boccata di ossigeno in attesa degli adeguamenti effettivi che dovranno diventare concreti nei prossimi mesi.