Panico nei supermercati, addio all’alimento più consumato dagli italiani | Introvabile

La prospettiva di non trovare più la pasta in commercio crea panico nei supermercati.

Supermercati
Addio ad un alimento nei supermercati – Nanopress.it

Già si pensa di dire addio all’alimento più consumato dagli italiani, alla regina della dieta mediterranea. Questo alimento tanto prezioso rischia di sparire dai supermercati.

Attualmente, il prezzo della pasta è in costante aumento. Quali sono le cause di questi continui rincari? Cosa sta succedendo realmente?

Panico nei supermercati: dovremo dire addio a questo alimento?

Alla base del costante aumento del prezzo della pasta (e non solo) c’è, come sappiamo tutti, la guerra in Ucraina cui si aggiunge la forte inflazione. Il conflitto russo-ucraino, come pure la siccità, ha portato come conseguenza il crollo del 30% dei raccolti. La riduzione dei raccolti nel tempo ha fatto aumentare i prezzi.

Quella che viene chiamata ‘carestia globale’ fa salire i costi di tutte le materie prime alimentari: il problema non interessa soltanto la pasta come è facile intuire.

supermercati
panico supermercati addio alimento – Nanopress.it

C’è una considerazione da fare: mentre il gas è aumentato di circa il 400%, il grano duro non ha subito un aumento di prezzo tanto elevato. Perché, quindi, il prezzo della pasta sta schizzando alle stelle?

Il fatto che tante imprese agricole stanno guadagnando molto meno rispetto agli anni passati, oltretutto, è un paradosso.

Cosa sta succedendo realmente?

La guerra della speculazione: ecco chi ci guadagna

La situazione, come accennato prima, è alquanto paradossale. Mentre i prezzi della pasta aumentano costantemente, chi produce effettivamente le materie prime è addirittura a rischio di fallimento. Sembra assurdo ma è così.

Tutto questo succede a causa della speculazione, una vera e propria guerra. Si tratta di un’ignobile speculazione internazionale che manipola i prezzi delle materie prime alimentari per assicurarsi lauti guadagni nelle borse dove si commerciano le cosiddette commodities alimentari.

Le speculazioni, che generalmente puntano alle monete, attualmente prendono di mira le materie prime elementari.

Gli speculatori riescono a realizzare profitti elevati, mentre per le famiglie la realtà potrebbe trasformarsi in un incubo. Il vero problema è che non sono disponibili strumenti o tetti in grado di bloccare le speculazioni sulle commodities alimentari. Per le famiglie, il rischio è molto alto.

Insomma, i veri protagonisti, quelli che traggono profitto da questa carestia globale e dall’inflazione sono proprio gli speculatori. Con le loro ciniche manovre tengono alti i prezzi in modo fraudolento. Contribuiscono notevolmente ad affamare l’Africa.

alimento consumato
panico supermercati addio alimento – Nanopress.it