Pane al glifosato, attenzione a quel che compri: queste marche contengono pesticidi

A tutti noi è capitato di includere nella spesa, per piacere o per comodità, alcune confezioni di pane confezionato per preparare hamburger e hot dog. In uno studio francese realizzato lo scorso anno, però, sono emerse piccole tracce di pesticidi utilizzati per la coltivazione del grano proprio in tali prodotti.

Pane al supermercato
Pane – Nanopress.it

Fare la spesa e curare l’alimentazione è uno degli aspetti più importanti della quotidianità. A volte, tuttavia, la stanchezza prende il sopravvento, e per i nostri pasti optiamo per dei comodi hamburger preparati con il pane che troviamo già confezionato sugli scaffali dei supermercati.

Sulle tavole degli italiani, del resto, che sia fresco oppure no, il pane non può mai mancare! Attenzione, però, ai rischi che si corrono consumando troppo spesso alimenti confezionati. Ecco, a tal proposito, quali sono stati i risultati di uno studio condotto da una rivista francese su più di venti tipi di tale prodotto.

Lo studio francese sul pane confezionato

Per scoprire se nel pane confezionato ci fossero residui di pesticidi utilizzati per la coltivazione del grano, nel 2021 la rivista francese 60 millions de consommateurs ha analizzato ben 28 prodotti di grandi marche distribuite per lo più in Francia, tra cui nove tipi di panini per sandwich ai cereali, sei panini per bagel, tre panini per hot dog e e dieci panini pe hamburger.

Pane per hot dog in busta
Panini per hot dog confezionati – Nanopress.it

I risultati di tale ricerca hanno fatto emergere la presenza della cipermetrina – sostanza contenuta negli erbicida considerata irritante e dannosa per la nostra salute – nei seguenti prodotti: “Sandwich americano ai sette cereali” marca Harry’s; “Hot dog breads” Fournée Dorée; “Sesame bagles” dei marchi U e Auchan; “Classic maxi burger di farina intgrale” e i “Maxi Burgers” sempre di Auchan.

Una volta pubblicato lo studio, la rivista 60 millions de consommateurs ha tenuto a precisare che i valori di tali sostanze presenti nei prodotti analizzato non superano in nessun caso i limiti consentiti dalla legge: “Nessun residuo supera i limiti consentiti; ma questa onnipresenza ricorda ancora una volta l’uso troppo ampio dei pesticidi”.

Residui di pesticidi nel pane confezionato
Pane confezionato – Nanopress.it

La ricerca precedentemente citata, tuttavia, ha fatto sì che si diffondesse anche due buone notizie: in nessuno dei prodotti presi in esame sono state rilevate micotossine provocati da muffe; i panini al sesamo analizzati, inoltre, sono tutti risultati privi di tracce di ossido di Etilene.

Consumare prodotti freschi

È bene sottolineare, ancora una volta, quanto sia di primaria importanza consumare quotidianamente alimenti freschi.

Pane
Pane fatto in casa – Nanopress.it

Il pane fresco, oltre a essere molto buono, fa parte della nostra cultura alimentare; se fatto in casa, magari con materie prime biologiche, ancora meglio!