Paltrinieri dietro a Romanchuk, “solo” argento per Greg

Niente doppietta per Gregorio Paltrinieri che a Roma è costretto ad accontentarsi della medaglia d’argento nei 1500 stile libero, vince con grandi meriti l’ucraino Mykhailo Romanchuk che si conferma campione dopo il titolo vinto nel 2021 a Budapest

Gregorio Paltrinieri
Gregorio Paltrinieri – Nanopress.it

C’era grande attesa per Gregorio Paltrinieri in un Foro Italico che si aspettava un altro oro nei 1500 stile libero dopo il grande successo negli 800, l’atleta italiano disputa una grande gara ma alla fine si arrende allo strapotere del campione in carica Mykhailo Romanchuk che ha condotto la gara meritandosi ampiamente l’oro.

Il nostro Paltrinieri ha chiuso la gara in 14:39.79 ampiamente lontano dal tempo fatto registrare dal vincitore ucraino che ha terminato la sua prestazione in 14:36.10.
Buona anche la prova del nostro Domenico Acerenza quarto con il tempo di 14:46.15.

Paltrinieri, argento e tanta amarezza

Il risultato comunque strepitoso di Gregorio Paltrinieri lascia un pò di amarezza ad un pubblico che ha provato a caricare l’azzurro fino all’ultimo per trascinarlo alla vittoria.
Il campione azzurro, detentore del record continentale, gareggiava alla ricerca del poker europeo ma, nonostante una grandissima partenza, ha dovuto arrendersi allo strapotere del campione in carica.

Paltrinieri
Paltrinieri – Nanopress.it

Nel post gara ai microfoni di Rai Sport il fenomeno italiano non ha nascosto la propria delusione ammettendo di aspettarsi qualcosa in più da se stesso e ringraziando comunque il pubblico di Roma per il grande sostegno mostrato durante tutta la gara.
Come sottolineato dallo stesso Paltrinieri l’Europeo è ancora lunghissimo ed ora bisognerà ricaricare le batterie per farsi trovare pronti ai prossimi grandi appuntamenti.

Per il nuoto italiano è stata fin qui una stagione lunga ma ricca di soddisfazioni grazie soprattutto a Gregorio Paltrinieri e Nicolò Martinenghi che hanno conquistato medaglie e stabilito una serie infinita di record per lo sport italiano.
Sia Greg che Domenico Acerenza hanno evidenziato tanta stanchezza al termine della gara con il quarto classificato che si è detto comunque contento della propria prestazione dicendo di non aver avuto le forze necessarie per dare la caccia alla medaglia di bronzo.

Giustificabile la tanta amarezza ma va comunque sottolineata un’altra storica giornata per il nuoto italiano che conquista un grande argento nei 1500 stile libero con Paltrinieri e confeziona una doppietta storica nella finale dei 50 rana grazie a Nicolò Martinenghi e Simone Cerasuolo.

L‘Europeo è ancora lungo e la sensazione è che la nostra nazionale può ancora togliersi tante soddisfazioni continuando ad arricchire con nuovi trionfi il nostro medagliere.