Orto, butta l’aspirina tra le piante e assisti allo spettacolo: mai visto nulla del genere

Prendersi cura di fiori, piante e orto è un passatempo coltivato da molte persone, considerato rilassante e, allo stesso tempo, molto produttivo. Riuscire a preservare il benessere delle nostre aree verdi, tuttavia, non è sempre così facile e spesso, almeno una volta, tutti ci siamo interrogati sull’esistenza di alcuni trucchetti per aiutarci in tale attività. Ecco, senza ricorrere ad agenti nocivi per la natura e per noi, un metodo efficace, seppur inaspettato, per far crescere meglio e più velocemente le nostre piante utilizzando una comune aspirina.

Aspirina orto
Aspirina nell’orto – Nanopress.it

La stagione di crescita è il momento più importante per chiunque abbia la passione del giardinaggio. In tale periodo, infatti, i frutti del nostro lavoro finalmente vengono a galla e, alla fine di essa, possiamo godere di piante rigogliose, fiori bellissimi e un cospicuo raccolto derivante dall’orto.

Non sempre, però, le cose vanno come vorremmo, e alcune piante non rispondono alle nostre cure come ci saremmo aspettati. Secondo alcuni studi condotti in una nota università oltreoceano, però, l’utilizzo di una semplice aspirina può rendere tutto un po’ più semplice. Scopriamo insieme tutto quello che c’è da sapere.

L’aspirina amica dell’orto

Ebbene sì, avete capito bene: l’aspirina, oltre a essere un medicinale, può anche essere un valido alleato per la cura dell’orto, e aiutare le piante a crescere meglio e più velocemente.

Aspirina rotta
Aspirina – Nanopress.it

Un gruppo di giardinieri dell’università di Rhode Island ha creato una soluzione formata da quattro litri d’acqua con quattro aspirine frantumate e sciolte all’interno. Ogni tre settimane, durante la stagione di crescita, i giardinieri hanno spruzzato tale composto nell’orto e, alla fine di essa, il risultato è stato impressionante.

Al termine del trattamento, le piante sulle quali è stata spruzzata la soluzione di aspirina e acqua sono risultate molto più produttive rispetto a quelle sulle quali non è stata adoperata, ed è stata notata, inoltre, un crescita più rapida.

Fiori recisi
Fiori recisi – Nanopress.it

Il motivo è molto semplice. Il principio attivo dell’aspirina è l’acido salicilico il quale, secondo la scienza, è in grado di stimolare il sistema immunitario delle piante, rendendole così più forti nella lotta contro parassiti e funghi.

Fiori recisi che durano più a lungo

Preservare la bellezza dei fiori recisi e fare in modo che durino più a lungo si può. Come? Anche in questo caso, con l’aggiunta di aspirina nell’acqua del vaso.

Secondo Judy Jernstedt, professoressa del dipartimento di piante e suolo dell’università di Davis, in California, l’acido salicilico contenuto nell’aspirina rallenta la produzione di muffa e riduce la produzione di etilene, permettendo così ai nostri fiori di rimanere belli e sani un po’ più a lungo.

Curare l'orto
Orto – Nanopress.it

Attenzione, però, a non esagerare. È bene utilizzare non più di una compressa di aspirina per ogni litro d’acqua. In caso di sovradosaggio, infatti, le piante potrebbero essere danneggiate dalla comparsa di macchie marroni.