Orban: il leader ungherese acclamato dai conservatori USA

Giovedì l’autocratico primo ministro ungherese Viktor Orban ha esortato i conservatori americani a “riprendersi le istituzioni”, ad attenersi a posizioni intransigenti sui diritti dei gay e all’immigrazione e a lottare per le prossime elezioni presidenziali statunitensi come momento cruciale per le loro convinzioni. 

Viktor Orban
Viktor Orban – NanoPress.it

Gli esuberanti applausi e standing ovation alla Conferenza di azione politica conservatrice per il primo ministro di estrema destra, che è stato criticato per aver minato le istituzioni democratiche del proprio paese, hanno dimostrato il crescente abbraccio tra Orban e repubblicani negli Stati Uniti.

L’autocrate e populista Orban riceve applausi dalla destra statunitense

Ha deriso i media in questo paese e in Europa. E in un discorso intitolato “Come combattiamo”, Orban ha detto alla folla riunita in una sala da ballo della convention di Dallas di concentrarsi ora sulle elezioni del 2024, dicendo che hanno “due anni per prepararsi”, anche se non hanno approvato nessun candidato o partito. “La vittoria non sarà mai trovata prendendo il percorso di minor resistenza“, ha detto durante uno degli slot principali dell’evento CPAC di tre giorni.

“Dobbiamo riprenderci le istituzioni a Washington ea Bruxelles. Dobbiamo trovare amici e alleati l’uno nell’altro”.Riferendosi ai liberali, ha detto: “Mi odiano e calunniano me e il mio paese, come odiano te e ti calunniano per l’America che rappresenti”.Il suo ingresso ha ricevuto un’accoglienza più grande di quella che il governatore del Texas, il repubblicano Greg Abbott, aveva ricevuto pochi istanti prima sullo stesso palco.

Da lì, gli applausi sono continuati mentre Orban ha intrecciato attacchi ai diritti LGBTQ, si è vantato di ridurre gli aborti in Ungheria e ha celebrato le misure intransigenti sull’immigrazione a casa. Altri oratori includeranno l’ex presidente Donald Trump – che ha incontrato Orban all’inizio di questa settimana e parlerà alla riunione di sabato – la rappresentante repubblicana Marjorie Taylor Greene della Georgia e i candidati repubblicani freschi di vittorie alle primarie del GOP martedì.

La visita di Orban negli Stati Uniti è arrivata in mezzo al contraccolpo in patria e in Europa per i commenti anti-migranti in cui si scagliava contro l’Europa che diventava una società di “razza mista”. Uno dei suoi più stretti collaboratori ha paragonato i suoi commenti alla retorica nazista e si è dimesso per protesta. Orban ha detto alla folla in Texas che i media lo avrebbero ritratto come un uomo forte razzista e avrebbero respinto come “idioti” coloro che avrebbero definito il suo governo razzista.

 Il suo invito al CPAC riflette il crescente abbraccio dei conservatori al leader ungherese il cui paese ha un governo a partito unico. Orban è anche considerato l’alleato più vicino nell’Unione Europea al presidente russo Vladimir Putin. Il portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca, John Kirby, ha detto giovedì che il presidente Joe Biden non aveva intenzione di parlare con Orban mentre è negli Stati Uniti.

Alla domanda se l’amministrazione avesse qualche preoccupazione sull’invito del CPAC a un leader del genere a parlare alla conferenza di alto profilo, Kirby ha esitato. “Sta arrivando su invito privato”, ha detto Kirby. “Sig. Orban e il CPAC, possono parlare della sua visita”. Trump ha elogiato Orban, che è stato primo ministro per 12 anni, dopo il loro incontro di questa settimana in Florida.

“Poche persone sanno tanto di quello che sta succedendo nel mondo oggi”

“Poche persone sanno tanto di quello che sta succedendo nel mondo oggi”, ha detto l’ex presidente in una dichiarazione dopo l’incontro.Per alcuni partecipanti alla conferenza di tre giorni, Orban è un leader modello che fa impressione al di fuori dell’Ungheria per via delle sue politiche e personalità. Lo hanno elogiato per le sue misure di sicurezza alle frontiere e per aver fornito sussidi finanziari alle donne ungheresi, che Orban ha definito uno sforzo per contrastare il declino della popolazione ungherese.

Trump
Donald Trump, ex presidente U.S.A. – Nanopress.it

Lilla Vessey, che si è trasferita a Dallas dall’Ungheria con suo marito, Ede, negli anni ’80, ha detto che ciò che ha sentito in Ungheria è che Orban non è antidemocratico. “Non so come sia successo che i conservatori lo abbiano scoperto”, ha detto Ede Vessey, 73 anni. “Sostiene i valori tradizionali. Sostiene la famiglia”.

Scott Huber, che ha incontrato Orban insieme ad altri partecipanti del CPAC a un evento privato poche ore prima del discorso, ha affermato che il primo ministro ha espresso la speranza che gli Stati Uniti “moderino un po’ le influenze dell’estrema sinistra” nelle elezioni di medio termine di novembre. Il 67enne della Pennsylvania ha detto che non sarebbe in disaccordo con le descrizioni di Orban come autocratico e che ha sconvolto le norme democratiche, ma ha detto che pensava che sarebbe cambiato nel tempo.

Quanto al motivo per cui Orban sta conquistando così tanti conservatori, Huber ha notato gli attacchi di Orban a George Soros, il miliardario e filantropo americano-ungherese che è un convinto critico del governo ungherese e un sostenitore delle cause liberali.”Ecco perché ero così interessato a vederlo”, ha detto Huber. Attraverso il suo ufficio comunicazioni, Orban ha rifiutato una richiesta di intervista da parte dell’Associated Press prima del suo discorso a Dallas.

All’AP e ad altre testate giornalistiche internazionali è stato inoltre vietato di coprire una conferenza CPAC tenutasi a Budapest a maggio, la prima conferenza del gruppo in Europa. Durante quel raduno, Orban ha definito l’Ungheria “il bastione dei valori cristiani conservatori in Europa” e ha esortato i conservatori negli Stati Uniti a sconfiggere “il predominio dei liberali progressisti nella vita pubblica“. Si è definito un campione di quella che chiama “democrazia illiberale”.

Orban è stato primo ministro dell’Ungheria tra il 1998 e il 2002, ma è il suo record da quando è tornato in carica nel 2010 che ha suscitato polemiche e sollevato preoccupazioni sul fatto che l’Ungheria scivolasse in un governo autoritario. Si è descritto come un difensore della cristianità europea contro i migranti musulmani, i progressisti e la “lobby LGBTQ”. L’anno scorso, il suo partito di destra Fidesz ha vietato la rappresentazione dell’omosessualità o la riassegnazione del sesso nei media rivolti ai minori di 18 anni.

Le informazioni sull’omosessualità erano inoltre vietate nei programmi di educazione sessuale nelle scuole, o nei film e nelle pubblicità accessibili ai minori.Alcuni dei più grandi applausi durante il discorso di Orban sono arrivati ​​quando ha descritto la struttura familiare dell’Ungheria. “Per riassumere, la madre è una donna, il padre è un uomo e lascia in pace i nostri figli, punto e basta”, ha detto.

Orban ha consolidato il potere sulla magistratura e sui media del paese e il suo partito ha disegnato distretti legislativi in ​​un modo che rende molto difficile per i partiti di opposizione vincere seggi, in qualche modo simile agli sforzi di gerrymandering partigiano per seggi legislativi e congressuali statali negli Stati Uniti. il processo attualmente favorisce i repubblicani perché controllano più legislature statali che creano quei confini.

Le mosse di Orban hanno portato gli osservatori politici internazionali ad etichettarlo come il volto di una nuova ondata di autoritarismo. L’Unione Europea ha avviato numerosi procedimenti legali contro l’Ungheria per aver infranto le regole dell’UE e sta trattenendo miliardi di fondi di recupero e crediti per violazioni degli standard dello stato di diritto e misure di salvaguardia anticorruzione insufficienti.