Canone RAI, stai solo buttando soldi: se abiti in queste regioni NON sei obbligato a pagare

Una delle tasse più odiate in assoluto dai contribuenti italiani insieme al Bollo Auto è il Canone RAI: se abiti in queste Regioni non sei obbligato a pagare.

Canone rai
Canone rai – Nanopress.it

Il Canone Rai è un’imposta che viene applicata a tutti i possessori di un apparecchio televisivo, il cui importo annuale è pari a 90 euro da pagare in 10 rate con la bolletta della luce. Ci sono casi in cui è possibile beneficiare dell’esenzione pagamento Canone Rai, ma non tutti sono al corrente. Ci sono delle Regioni a statuto speciale che non considerano il Canone Rai come una tassa nazionale e da sempre si battono per l’eliminazione di questo tributo.

Canone Rai in bolletta energia elettrica: cos’è?

Il Canone Rai in bolletta è un’imposta che viene applicata a chiunque detenga all’interno della propria abitazione un apparecchio munito di sintonizzatore idoneo a ricevere il segnale televisivo. La normativa vigente prevede determinate casistiche di esenzione dal pagamento del Canone Rai.

canone rai
canone rai regioni in cui non pagare – Nanopress.it

È possibile in ogni periodo dell’anno presentare la domanda per richiedere l’esonero totale o parziale dal pagamento del canone RAI in bolletta. È necessario appartenere a determinate categorie di soggetti contribuenti.

Canone RAI Esonero: chi non lo paga?

Per beneficiare dell’esonero Canone RAI è necessario rispettare determinati requisiti. Innanzitutto, è necessario non essere in possesso di un apparecchio televisivo, ma l’esonero è previsto anche in caso a coloro che rispettano determinati requisiti anagrafici e reddituali.

Beneficiano dell’esenzione dal pagamento del canone RAI anche le seguenti categorie: il personale militare e civile delle forze Nato in Italia, i diplomatici, i funzionari e gli impiegati consolari o di organizzazioni internazionali.

È possibile richiedere l’esenzione dal pagamento del canone Rai coloro che abbiano compiuto i 75 anni di età, non hanno conviventi titolari di reddito proprio e hanno un reddito che non supera gli 8.000 euro. Coloro che compiono gli anni entro il 31 gennaio dell’anno possono beneficiare dell’agevolazione dall’inizio dell’anno, mentre coloro che li compiono dal primo febbraio al 31 luglio possono beneficiare dell’esenzione a partire dal secondo semestre. La normativa vigente prevede la possibilità di beneficiare dell’esenzione canone Rai per la seconda casa.

Canone RAI: Regioni che si battono per l’eliminazione della tassa

Da sempre ci sono Regioni a Statuto Speciale che non vedono il canone RAI come una tassa nazionale. Stiamo parlando di queste Regioni: Trentino Alto Adige, Valle d’Aosta, Sardegna, Sicilia, Friuli Venezia Giulia, Province Autonome di Bolzano e di Trento.

Corecom Veneto ha proposto la possibilità di introdurre il Canone Rai regionale. Anche Corecom Lombardia punta alla regionalizzazione dell’abbonamento Canone Rai. Ad oggi non c’è nulla di ufficiale, ma si tratta di ipotesi allo studio.

canone rai
canone rai regioni in cui non pagare – Nanopress.it