Miccoli scarcerato ammette le sue colpe

Mesi di silenzio e dolore quelli trascorsi da Fabrizio Miccoli che torna a parlare sui social dopo i brutti fatti di cronaca che lo scorso anno lo avevano coinvolto costringendolo a passare alcuni mesi in carcere.

Fabrizio Miccoli
Fabrizio Miccoli – Nanopress.it

Calciatore e storica bandiera del Palermo, Fabrizio Miccoli ha incantato il Renzo Barbera di Palermo con giocate da fuoriclasse assoluto guadagnandosi in carriera anche la maglia della nazionale e quella della Juventus.

Dopo sei mesi di detenzione per estorsione aggravata dal metodo mafioso, l’ex calciatore  è di nuovo in libertà e, tramite i social, ha dichiarato le sue colpe chiedendo scusa alla sua gente ed ai suoi vecchi tifosi.

Le scuse di Miccoli

Con un lungo post su Instagram Fabrizio Miccoli ha parlato a cuore aperto all’Italia, ammettendo le sue colpe e promettendo di far conoscere il vero Fabrizio da ora in avanti.

Scuse sincere e lettera strappalacrime quella di dello storico numero 10 rosanero  che ha avuto sicuramente il merito e il coraggio di prendersi le sue responsabilità ed affrontare le gravi conseguenze degli errori commessi in passato.

Miccoli
Miccoli – Nanopress.it

Fin da subito l’ex capitano del Palermo rivela di essersi consegnato spontaneamente alla polizia e di aver accettato senza discutere la sentenza emessa.
Tornato in libertà, l’ex calciatore ha potuto riabbracciare i suoi figli e la sua famiglia che in questi mesi gli è stata vicina dimostrandogli l‘affetto necessario a superare il brutto episodio che lo ha coinvolto.

Nella sua lettera Fabrizio Miccoli ha pubblicamente ringraziato gli avvocati che hanno lavorato per lui in questi mesi e che oggi gli hanno permesso di ritornare in libertà.

Una straordinaria carriera per un giocatore che ha deliziato la Serie A con giocate da fenomeno assoluto e che oggi chiede scusa ai suoi ex tifosi che, sicuramente, da oggi saranno pronti a riabbracciarlo nuovamente.