Messico: il Presidente Obrador minaccia e snobba Biden

Il Presidente del Messico, Andrés Manuel López Obrador non si recherà al vertice con il quale gli USA vogliono annunciare una nuova era nella loro politica in America Latina.

Manuel López Obrador
Manuel López Obrador – NanoPress.it

Il capo di stato messicano è infastidito dal fatto che alcuni paesi non siano stati invitati al Vertice delle Americhe che si sta tenendo in questi giorni, e che durerà fino al 10 giugno prossimo.

Il Messico ‘diserta’ il Vertice delle Americhe

Questa 4 giorni di incontri doveva essere l’inizio di migliori relazioni tra gli Stati Uniti e i paesi dell’America Latina, ma l’inizio del Vertice americano ha chiarito, se ce ne fosse ancora bisogno, la divisione esistente tra gli Usa e alcuni altri Paesi americani (Cuba, Venezuela, Nicaragua).

Il presidente del Messico Andrés Manuel López Obrador, lunedì ha messo in atto la sua minacciadi rimanere distante dal vertice, questa volta organizzato dagli Usa, dopo che Cuba, Nicaragua e Venezuela non erano stati invitati.

Il suo è stato un modo per  protestare contro la politica di “esclusione” che gli Stati Uniti d’Ameica portano avanti da “secoli”. Un funzionario del governo degli Stati Uniti aveva precedentemente detto all’AFP che gli Stati Uniti non avevano invitato i tre stati a Los Angeles a causa di “riserve” sulla “mancanza di spazio democratico e rispetto dei diritti umani”.

L’assenza del capo di stato messicano è una grave sconfitta diplomatica per il presidente degli Stati Uniti Joe Biden. Il Messico è ora rappresentato dal ministro degli Esteri Marcelo Ebrard, mentre López Obrador vuole incontrare Biden più avanti nel corso dell’estate.

Bden alla ricerca di un accordo sulla migrazione

Con alcuni passaggi diplomatici diversi rispetto al passato, Biden sta cercando di migliorare le relazioni con i paesi più a sud del suo. Queste relazioni avevano sofferto molto sotto il suo predecessore Donald Trump.

Joe Biden
Joe Biden – NanoPress.it

Tuttavia Biden, all’inizio del suo mandato politico, ha anche ampiamente seguito il corso di Trump sulle questioni commerciali, mentre la rivale Cina sta diventando sempre più presente in America Latina, con investimenti e iniziative commerciali.

Anche la preoccupazione principale di Biden, un accordo regionale per frenare la migrazione, ha avuto finora poca approvazione. Solo lunedì diverse migliaia di migranti sono partiti dal sud del Messico per raggiungere gli Stati Uniti.

Lo stesso Biden ha deciso di andare a Los Angeles domani, per partecipre anche lui in prima persona al Vertice delle Americhe. Secondo la Casa Bianca, dovrebbero arrivare in totale 23 capi di Stato. Sono attesi annunci sulla cooperazione economica, la lotta contro la pandemia del corona e il cambiamento climatico.