Melbourne: mercoledì fine di uno dei lockdown più lunghi

La città australiana, dopo ben 112 giorni, terminerà la chiusura totale. Nelle ultime ventiquattr'ore non sono stati registrati nuovi casi

Un murale realizzato a Melbourne ad aprile 2020 per celebrare medici e infermieri impegnati nella lotto al Coronavirus

Foto Getty Images | Robert Cianflone

Mentre l’Europa sta venendo travolta dalla seconda ondata di Covid, dall’altra parte del mondo, a Melbourne, sta per concludersi uno dei lockdown più lunghi messi in atto.

Mercoledì 28 ottobre dopo ben 112 giorni, i cittadini della Capitale dello stato di Vittoria in Australia (5 milioni su 7 totali dello stato) potranno gradualmente tornare alla vita normale. Riapriranno le attività, i cittadini potranno circolare normalmente, sarà possibile incontrare persone esterne al proprio nucleo familiare, anche a casa (domani saranno svelate le norme degli incontri casalinghi). Questo ritorno alla libertà è stato possibile, come ha spiegato il governatore dello stato Daniel Andrews, poiché nelle ultime settimane era stato registrato un calo netto dei contagi, arrivati a zero nelle ultime ventiquattrore.

Melbourne: norme rigide da luglio

Nonostante la scorsa primavera anche in Australia fossero state applicate norme restrittive per controllare la diffusione del virus, nello stato di Vittoria a giugno si era arrivati a registrare circa 200 casi al giorno, il dato più allarmante della nazione. Perciò l’8 luglio è entrato in essere il lockdown, che prevedeva l’uscita di casa solo per motivi di lavoro, studio o per allenarsi all’aperto, e per fare la spesa. A fine mese, nonostante le restrizioni, si era arrivati a contare 700 casi giornalieri, quindi ad agosto c’era stata un’ulteriore stretta: concessa solo un’ora di attività fisica all’esterno, spostamenti entro 5 chilometri dalla residenza, coprifuoco.

Norme dure applicate fino al raggiungimento della quota zero. Già a settembre i casi al giorno erano scesi a 100, portando una prima riduzione delle regole. Poi in media sono diventati 4,6, poi 0,2: oggi 0, per la prima volta da quattro mesi.

8 novembre: riapertura totale

A Melbourne, la riapertura di mercoledì sarà però parziale: gli accessi a negozi, bar e ristoranti saranno comunque contingentati (10 persone al massimo) e ancora non ci sarà il via libera ad assembramenti. Infatti, ai matrimoni potranno partecipare massimo 10 persone e ai funerali 20. I viaggi saranno limitati a 25 chilometri ed entro lo Stato.

La situazione sarà monitorata e se tutto dovesse andare bene, l’8 novembre sarà sancita la fine definitiva per Melbourne e per lo Stato di Vittoria delle limitazioni: riapriranno le palestre, non ci sarà più il limite di clienti nei locali, gli spostamenti saranno totalmente liberi.

Andrews ha ringraziato i cittadini, ai quali ha dato il merito della buona riuscita del lockdown. Ha comunque raccomandato di non abbassare la guardia e di continuare a essere prudenti per poter festeggiare il Natale.

Nonostante le proteste di imprenditori e commercianti, il governatore ha mantenuto un approccio cauto che a quanto pare ha ripagato: l’Australia sta riuscendo a sconfiggere il Covid.

Parole di Alanews

Da non perdere