Martinez-Barcellona più lontani, una norma spagnola frena l'affare

L'affare tra Martinez e il Barcellona sembra destinato a saltare a causa della norma imposta dalla Federazione spagnola che limita il mercato dei blaugrana e dei due club di Madrid

Continua a leggere

Lautaro Martinez

Foto Getty images | di Emilio Andreoli

Lautaro Martinez e il Barcellona si allontanano. A frenare l’affare, che sembrava vicino alla conclusione con l’argentino a sbarcare in Spagna dalla prossima stagione, sarà infatti una norma della Federazione spagnola che imporrà un tetto di spesa alle tre big del campionato – Barcellona, Real Madrid e Atletico Madrid – a causa dei molti debiti contratti.

Continua a leggere

Continua a leggere

Martinez-Barcellona, perché l’affare è destinato a non concludersi

L’argentino, quindi, sembra sempre più destinato a rimanere in nerazzurro. Nella prossima finestra di mercato, infatti, le big spagnole potranno spendere solo il 25% di quanto incassato. Una sorta di fair play finanziario che la Federazione spagnola ha deciso di imporre alle tre grandi per frenare la soglia di indebitamento. Un indirizzo imposto alla Liga dal presidente Tebas dopo la crisi dovuta alla pandemia, così da evitare tracolli economici delle società. Dalla norma, però, sono esclusi gli scambi, motivo per il quale la trattativa tra i blaugrana e la Juventus che vede coinvolti Pjanic e Arthur rimane in piedi.

Leggi anche: Inter non molla la presa su Kumbulla, duello con Juve e Lazio

Continua a leggere

Continua a leggere

Quindi il Barcellona, a questo punto, molto probabilmente non potrà permettersi Martinez e dovrà ripiegare su Aubameyang che sarebbe stata anche l’alternativa dell’inter per il dopo Lautaro. Il Barcellona oltre a soldi avrebbe dato all’Inter anche Junior Firpo, ma norma sembra far calare il sipario su quello che avrebbe potuto essere l’affare dell’estate e che, a meno di clamorosi colpi di scena, non si farà.

Leggi anche: Inter, ecco tutti i nomi per l’attacco se parte Martinez

Continua a leggere

Parole di Redazione

Da non perdere