Malore sul Monte Ponta: si accascia a terra e muore escursionista 54enne

Una semplice gita in montagna è finita in tragedia. Dopo aver lamentato un dolore l’escursionista si è accasciato a terra ed è morto sotto gli occhi degli amici. Per l’uomo non c’è stato niente da fare.

Elisoccorso
Elisoccorso – Nanopress.it

La vittima di questa tragedia è un uomo di 54 anni, amante delle escursioni, della natura e dell’aria aperta.

Franco Bozzolin era in escursione con un gruppo di amici e parenti e mentre percorrevano il sentiero è successo l’inaspettato.

L’uomo si è infatti accasciata a terra e non sai è più rialzata. Aveva precedentemente accusato un forte dolore al petto.

Vediamo che cosa è successo.

Un’escursione finita in tragedia

L’uomo durante il tragitto del monte Ponta aveva lamentato un improvviso e forte dolore al petto.

Poco dopo si è accasciato a terra privi di sensi. Gli amici e parenti, in escursione con lui hanno assistito alla scena e hanno fornito i primi soccorsi.

Il gruppo di amici e parenti stava risalendo il sentiero 499 del monte Ponta, ed in pochi istanti Franco è morto.

L’uomo, 54 anni, di Mogliano Veneto durante il cammino si è improvvisamente fermato per un dolore al torace.

Accusava un dolore lancinante concentrato nella zona toracica.

In un istante si è accasciato a terra, ma nonostante i soccorsi repentini sul posto non c’è stato nulla da fare per salvarlo.

Per tentare di salvargli la vita gli amici e i parenti lì presenti, hanno contattato immediatamente i medici.

L’equipe medica è arrivata in un attimo ed ha praticato la manovra di rianimazione.

Manovra di rianimazione
Manovra di rianimazione – Nanopress.it

Il gruppo di medici è atterrato poco più distante dal luogo del fatto tra gli alberi con l’elicottero di Dolomiti Emergency per aiutare l’uomo.

Purtroppo per l’escursionista di 54 anni non c’è stato niente da fare.

La salma è stata poi recuperata dall’equipe e trasportata a valle. Da qui è poi stata affidata al carro funebre.

Le cause della morte

Un uomo ha perso la vita mentre era in gita con un gruppo di amici e parenti mentre risalivano il sentiero.

L’uomo in base ai fatti e ai dolori descritti potrebbe aver avuto un attacco di cuore.

Sarebbe perciò possibile, che a togliere la vita a Franco Bozzolin sia stato un infarto fulminante.

Non c’è stato infatti niente da fare per l’escursionista nonostante il soccorso dei presenti e poco dopo dell’equipe medica.

Anche con le manovre di rianimazione il cuore di Franco non ha più ripreso a battere.

Il corpo dell’uomo è stato poi portato a valle e consegnato alle pompe funebri che organizzeranno con la famiglia il funerale per dare l’ultimo saluto all’uomo.