L’Italia sfida l’Inghilterra, tandem Raspadori-Immobile davanti

L’Italia si prepara alla sfida contro l’Inghilterra con l’obiettivo di riprendere il proprio cammino e dimostrare di aver reagito ad un momento di grande difficoltà dopo la clamorosa esclusione dall’imminente mondiale in Qatar

Roberto Mancini
Roberto Mancini – Nanopress.it

Dopo tanta attesa finalmente domani la nazionale scenderà in campo nella delicatissima sfida contro l’Inghilterra.
Roberto Mancini sarà costretto a rinunciare a tanti infortunati ma schiererà una squadra importante che dovrà dare risposte forti contro una delle nazionali favorite al prossimo mondiale in Qatar.

Sandro Tonali ha lasciato il ritiro per un problema muscolare con Mancini che a gennaio recupererà anche Nicolò Zaniolo e Federico Chiesa per un’Italia che potenzialmente si presenta con una rosa di altissimo livello.
Vincere contro Ungheria e Inghilterra significherebbe accedere alla fase finale della Nations League, ma soprattutto ridare entusiasmo a tutto l’ambiente dopo la clamorosa esclusione dal mondiale.

Durante la conferenza stampa di viglia il commissario tecnico azzurro ha chiesto tranquillità ai suoi ragazzi che domani dovranno affrontare l’Inghilterra senza paura in un San Siro che spingerà fin dal primo minuto gli azzurri in campo.


L’Italia si affida a Immobile e Raspadori

Roberto Mancini si affida a Ciro Immobile in avanti con la speranza che il bomber della Lazio riesca finalmente a replicare anche con la nazionale le straordinarie prestazioni fornite con la maglia biancoceleste.

Ciro Immobile
Ciro Immobile – Nanopress.it

A centrocampo senza Tonali il tecnico non rinuncia a Jorginho con Barella e Pobega nel ruolo di mezze ali.
Ritorno a San Siro per Gigio Donnarumma che spera in un’accoglienza migliore da parte dei suoi ex tifosi, davanti al portiere del Paris Saint-Germain ci saranno Toloi, Bonucci e Alessandro Bastoni.

Di Lorenzo e Emerson Palmieri dovrebbero agire sulla fasce con Alessio Zerbin favorito sul capitano del Napoli in caso di passaggio al 4-3-3.
Quella tra Inghilterra ed Italia non è solo una partita importante per la Nations League ma anche per la storica rivalità che c’è tra le due nazioni.

I ragazzi di Southgate avranno un motivo in più per cercare la vittoria, la nazionale dei tre leoni infatti rispetterà il minuto di silenzio per la morte della regina Elisabetta e cercherà di dedicare la vittoria a Sua Maestà.
La partita sarà trasmessa in esclusiva su Rai 1 e San Siro sarà tutto esaurito nella speranza di rivedere finalmente una nazionale piena di entusiasmo e con quel carattere e quell’intensità che circa un anno fa ci avevano permesso di alzare la coppa dell‘Europeo proprio contro gli inglesi nella finale di Wembley.