Kim Jong-un minaccia di usare armi nucleari contro l’America

Il leader nordcoreano, Kim Jong-un, dice che “annienterà” la Corea del Sud se il vicino deciderà di colpire il suo Paese.

kim jong un
Kim jong un – NanoPress.it

Kim Jong-un ha avvertito che la Corea del Nord è pronta a usare armi nucleari contro gli Stati Uniti e ha promesso di “annientare” il governo sudcoreano se avesse tentato di lanciare un attacco preventivo. Ha fatto le osservazioni in un discorso agli anziani veterani della guerra di Corea in una cerimonia che celebrava il 69° anniversario dell’armistizio che pose fine al conflitto.

Kim Jong-un tiene sempre alta la tensione con gli USA

Da settimane l’America e la Corea del Sud avvertono che Pyongyang ha completato i preparativi per un altro test nucleare che potrebbe arrivare in qualsiasi momento. “Riconosco ancora una volta che la Corea del Nord è completamente pronta per qualsiasi confronto militare con gli Stati Uniti”, ha detto ieri Kim, il giorno in cui Pyongyang chiama il Giorno della Vittoria nella Grande Guerra di Liberazione della Patria.

“Le nostre forze armate sono completamente preparate a rispondere a qualsiasi crisi e anche il deterrente per la guerra nucleare della nostra nazione è completamente pronto a mobilitare la sua forza assoluta in modo fedele, accurato e tempestivo per la sua missione”.Ha individuato per disprezzo il nuovo presidente della Corea del Sud, Yoon Suk-yeol, un conservatore che ha promesso di prendere una linea più dura rispetto al suo predecessore liberale, Moon Jae-in.

Yoon sta introducendo una nuova dottrina militare in base alla quale Seoul attaccherà preventivamente quando rileva un imminente attacco missilistico da nord.”Non c’è modo di [raggiungere la pace] se il governo sudcoreano e i teppisti militari escogitano modi per cercare uno scontro militare e credono di poter inabilitare preventivamente e distruggere parte del nostro potere militare con metodi e mezzi militari specifici”, ha detto Kim.

La Corea del Sud sta introducendo una nuova dottrina militare

“Tali pericolosi tentativi saranno immediatamente puniti con una forza potente e il governo di Yoon Suk-yeol e i suoi militari saranno annientati”. La bellicosità è un registro familiare nella retorica politica nordcoreana e le parole di Kim non segnalano di per sé imminenti ostilità. Ma confermano la sensazione che è andata accumulandosi tutto l’anno che la penisola sia entrata in un nuovo periodo di tensione e confronto militare dopo quattro anni di relativo ottimismo e impegno diplomatico.

Joe Biden
Joe Biden – Nanopress.it

Solo quest’anno il Nord ha tenuto 18 cicli separati di test missilistici e missilistici senza precedenti, tra cui un missile balistico intercontinentale a lungo raggio e armi ipersoniche veloci e manovrabili. Dall’elezione di Yoon a marzo, Seoul e Washington hanno preso una linea decisamente più dura nei confronti di Kim, lanciando missili di prova in risposta ai suoi. L’Agenzia internazionale per l’energia atomica ha confermato che il sito di test sotterraneo di Punggye-ri è pronto per quello che sarebbe il settimo test nucleare di Pyongyang, che richiede solo una decisione di Kim per andare avanti.

La Corea del Sud e gli USA da settimane supplicano Kim Jong-un di non fare un passo del genere e chiedono alla Cina di usare la sua influenza su Kim. Se andrà avanti, provocherà un’immediata crisi di sicurezza, non da ultimo su come rispondere. In passato, i membri del consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite sono stati unanimi nel condannare tali test e nell’imporre sanzioni economiche punitive. Con le tensioni tra i paesi della NATO da un lato e Russia e Cina dall’altro, un tale consenso è improbabile e qualsiasi condanna esplicita potrebbe essere posta il veto da Mosca o Pechino.