Kabul: almeno 10 morti in un attacco suicida in una moschea

Kabul: nessun gruppo terroristico ha rivendicato l’attentato in piena preghiera pomeridiana nella capitale afgana.

Kabul attentato moschea
Kabul attentato moschea – NanoPress.it

Almeno 10 persone sono state uccise e otto ferite mercoledì a seguito di un sospetto attacco suicida a una moschea durante le preghiere pomeridiane. L’attacco è avvenuto in un’area a nord della capitale afgana, intorno alle 19:00 (ora locale; 16:30 nella Spagna continentale), ha detto a Efe il funzionario Malavi Mohammad Yasee.

“Secondo le nostre informazioni finora, l’esplosione è stata causata da un attentatore suicida che si è fatto esplodere all’interno della moschea durante le preghiere serali, uccidendo 10 persone e ferendone altre 8″, ha detto Yasee.

Un altro funzionario talebano che non voleva rimanere anonimo ha assicurato a Efe che tra i morti c’era anche il noto mawlawi (studioso di religione musulmana) Malavi Amir Mohammad. La Ong italiana Emergency, che ha uno dei principali ospedali a Kabul, ha contato altre vittime dell’esplosione. Secondo un messaggio pubblicato su Twitter, almeno 27 persone sono state accolte all’ospedale di Emergency.

“Ci sono 5 bambini tra loro, incluso un bambino di 7 anni”, ha detto nel suo messaggio sul social network. Il principale portavoce del governo talebano, Zabihullah Mujahid, ha espresso in un comunicato la condanna della sua amministrazione “dell’esplosione in una moschea” e ha augurato una pronta guarigione ai feriti, oltre ad assicurare che “gli assassini e gli autori di tali crimini lo faranno presto essere catturati e puniti per i loro atti atroci”.

Nessun gruppo armato ha finora rivendicato l’attacco. Nonostante la fine della guerra dopo il ritiro delle truppe internazionali e la vittoria dei talebani, l’Afghanistan ha subito molti dei suoi attacchi più sanguinosi da quando gli islamisti sono saliti al potere un anno fa. La maggior parte di questi attacchi sono stati effettuati dal gruppo jihadista dello Stato islamico, che è diventato la principale minaccia alla sicurezza in Afghanistan e mantiene un’intensa rivalità con i talebani.