Incatenano il figlio disabile al letto, arrestati i genitori e la sorella

catene

catene

Avevano incatenato il figlio disabile al letto con una pesante catena di ferro con una lunghezza tale da potersi muovere solo fino all’armadio della camera. Così i Carabinieri della compagnia di Nola hanno trovato nell’appartamento di famiglia a Saviano, in provincia di Napoli, un 36enne, affetto da disturbi psichici: l’uomo era impossibilitato a muoversi se non nel poco spazio che gli era stato lasciato, incatenato con pesanti lucchetti al letto e all’armadio. Gli uomini dell’Arma hanno arrestato i genitori di 63 e 60 anni e l’altra figlia 35enne, tutti incensurati e disoccupati: ora dovranno rispondere delle accuse di sequestro di persona aggravato e maltrattamenti in famiglia.

Al momento dell’intervento dei militari, il 36enne era bloccato con pesanti catene ai piedi e viveva in condizioni igienico-sanitarie pessime e in una situazione di estremo degrado, senza neanche la possibilità di muoversi. Sul posto è intervenuto il personale del 118 che gli ha prestato le prime cure, accompagnandolo in seguito in ospedale dove si trova tuttora per accertamenti. I familiari sono stati portati in carcere tra Poggioreale e Pozzuoli.

Parole di Lorena Cacace

Da non perdere