Il Papa piange per ‘La strage della domenica di Pentecoste’

Il Papa ieri è stato raggiunto da una notizia che gli ha spezzato il cuore. Al di là di ogni credo religioso, si fa fatica a comprendere come uomini armati possano sparare su una folla inerme di uomini, donne e bambini.

Chiesta distrutta Nigeria
Chiesta distrutta Nigeria – NanoPress.it

Mentre la Chiesa celebrava la domenica di Pentecoste, uomini armati sono entrati nella chiesa di San Francesco Saverio, che si trova in quel di Owo, in Nigeria, e hanno cominciato a sparare all’impazzata sui fedeli. I primi rapporti suggeriscono che gli aggressori hanno anche fatto esplodere esplosivi durante l’attacco nello stato di Ondo.

ll Papa prega per le vittime in Nigeria

In risposta, papa Francesco ha espresso la sua solidarietà alle vittime e ha inviato le sue preghiere. Il Papa «prega per le vittime e per il Paese, dolorosamente aggredito in un momento di festa, e affida tutti al Signore, perché Dio mandi il suo Spirito a consolarli», ha affermato Matteo Bruni, Direttore della Sala Stampa della Santa Sede Ufficio, domenica.

Decine di morti e feriti. I medici locali hanno detto all’agenzia di stampa Reuters che almeno 50 persone sono rimaste uccise nell’attacco. Decine di altri sono stati feriti e portati negli ospedali di Owo. I medici hanno lanciato un appello su varie piattaforme social affinché più persone possibili si rechino a donare il proprio sangue.

Il vescovo Jude Ayodeji Arogundade, della diocesi di Ondo, ha espresso la sua vicinanza alle vittime e alle loro famiglie, secondo p. Augustine Ikwu, Responsabile dell’ufficio stampa della diocesi. Fr. Ikwu ha affermato che stanno crescendo i timori che molte più persone possano morire per le ferite riportate e si è lamentato del fatto che la ‘Casa del Signore’ sia stata funestata da un tragico evento.

Nessuno ancora ha rivendicato la strage

Ha negato le prime notizie sui social media secondo cui gli aggressori avrebbero rapito il sacerdote e altri membri della congregazione.

“Nessun sacerdote della parrocchia è stato ferito o rapito, come si pensava all’inizio”, ha detto p. Ikwu in un comunicato stampa. “Il Vescovo della Diocesi si è unito  loro in questo momento così delicato per tutti”.

Ha aggiunto che il Vescovo esorta anche i cattolici a “rimanere calmi, rispettosi della legge e pregare affinché la pace e la normalità vengano di nuovo nella nostra comunità, Stato e Paese”.

Papa Francesco
Papa Francesco – NanoPress.it

Fr. Ikwu ha affermato che l’identità degli aggressori rimane sconosciuta, ma che le forze di sicurezza nigeriane sono a presidio dell’area circostante la chiesa di Owo. Ha anche invocato l’aiuto di Dio per riportare “pace e tranquillità” nel Paese. “Preghiamo nostro Signore affinché consoli i famigliari delle persone le cui vite sono state perse in questo doloroso incidente e preghiamo affinché le anime scomparse abbiano un eterno riposo di pace”, ha detto.

Nel frattempo, Muhammadu Buhari, il presidente della Nigeria, ha rilasciato una dichiarazione in risposta all’attacco.

Ha espresso le condoglianze ai famigliari dei deceduti e ha ordinato a tutti gli enti preposti di assistere immediatamente i feriti. “Non importa cosa, questo paese non cederà mai alle persone malvagie e malvagie, e l’oscurità non vincerà mai sulla luce. Alla fine vincerà la Nigeria“, si legge nella dichiarazione del presidente.