Il Marchese del Goal: da King Ibra al riscatto del Napoli

I principali avvenimenti della settimana calcistica visti dal Marchese del Goal, il punto di vista ironico e disincantato del romano medio

zlatan ibrahimovic

Foto Getty Images | Marco Luzzani

Dopo la settimana di sosta per le Nazionali è tornata, finalmente, la Serie A. E si è subito ripartiti cor botto. Valanghe di goal, passi falsi inaspettati e bomber alla ribalta. Ecco er mejo, e er peggio, della settimana calcistica.

Mostruoso Ibra

La partita più attesa della giornata era senza dubbio er derby di Milano. Ce se aspettava la sfida tra Ibra e Lukaku: così è stato. Ma sta battaglia, nonostante 39 primavere sulle spalle, King Ibra l’ha stravinta. Due goal, giocate da fenomeno vero e i difensori nerazzuri se so ritrovati un mal di testa spaventoso (chiedere a Kolarov per conferma). Faccio fatica a trova le parole pe descrive sto svedese che continua a spacca il mondo come se c’avesse vent’anni. Semplicemente un mostro.

Pirlolandia dove sei?

Quando la Juve st’estate ha ingaggiato Pirlo come allenatore i titoloni se so sprecati: Pirlolandia, Pirlomania e chi più ne ha più ne metta. Tutti quanti erano convinti che sta Juve avrebbe fatto bel gioco e tanti goal. E invece fa 1-1 cor Crotone (co tutto er rispetto sia chiaro). Mancava Ronaldo, è vero. Ce vole tempo, è vero. Ma se po di che se potrebbe fa un po mejo? Anche perchè non mancano solo i risultati, ma pure le prestazioni. E questo potrebbe esse un problema.

Gattuso: lezione a Gasp

Il Napoli stende 4-1 l’Atalanta. E chi se l’aspettava? Certo se pensava a na partita ricca de goal, ma magari non tutti (o quasi) dalla stessa parte. E invece dopo un tempo er Napoli ne aveva già fatti quattro a n’Atalanta irriconoscibile. Sarà che Gattuso s’è fatto parecchio rode per la sconfitta a tavolino co la Juve (ufficializzata in settimana) e voleva dimostrà che er Napoli è forte forte. E c’è riuscito alla grande. Stavorta er Napoli ha fatto l’Atalanta e ha dimostrato che i nerazzurri non possono esse sempre perfetti, anzi. Spettacolo ar San Paolo.

Cristiano Ronaldo positivo

Fuori dal campo la notizia della settimana è stata de sicuro la positività de Cristiano Ronaldo al Covid-19. Er portoghese è asintomatico ma pure senza giocà ha fatto parla de sè tutti i giorni. Continua er botta e risposta col ministro Spadafora sur fatto che abbia violato o meno er protocollo. Sì l’ha violato, no non l’ha violato e così via. A solita tarantella all’italiana. Intanto er buon CR7 se gode la sua villa sconfinata con tanto de piscina (chiaramente). Se a quarantena fosse così pe tutti forse un altro lockdown non ce farebbe tanto schifo.

Disastro Lazio

Che fine ha fatto la Lazio che l’anno scorso lottava per lo Scudetto? I tifosi biancocelesti se lo stanno sicuramente a chiede. Perdere 3-0 co la Samp non è certo un segnale incoraggiante. La squadra de Inzaghi era in emergenza e questo fa sperà i tifosi che sta partita se possa dimenticà al più presto. Anche perchè mo ce sta la Champions e co una prestazione der genere se rischia davvero una figuraccia de quelle pesanti. Troppo brutta pe esse vera.

Una raffica di goal: che spettacolo!

Sta giornata è stata una delle più spettacolari e ricche di goal che si ricordino negli ultimi tempi. Una miriade de goal segnati, complici pure certi errori difensivi a dir poco clamorosi. Ma a noi ce piace così. Botte e risposte, rimonte da film (vedi er Sassuolo cor Bologna), svarioni incredibili, rigori e VAR come se non ce fosse un domani. Basta co le partite chiuse e i pareggi soporiferi, er campionato ce piace così!

Da non perdere