Harry Styles a Bologna: “Siate liberi di essere chi volete”

Harry Styles regala alla città di Bologna un concerto da ricordare. L’Unipol Arena brilla di colori e leggerezza.

Harry
Harry Styles a Bologna – Nanopress.it

L’Unipol Arena di Bologna ha accolto Harry Styles per la sua prima tappa italiana del Love On Tour 2022. Centinaia di giovani fan si sono accampati fuori dallo stadio già a partire dalla notte precedente allo show, senza farsi intimorire dal caldo asfissiante e dalla lunga attesa. Ecco quindi come si è svolto il concerto del 25 luglio.

La scaletta dei brani

Ad aprire il concerto del giovane artista britannico sono i Wolf Alice, la rock band londinese che per una mezz’oretta ha intrattenuto il pubblico con qualche cavallo di battaglia per scaldare l’atmosfera.

Successivamente Harry Styles entra finalmente scena sulle note del suo brano “Music for a Sushi Restaurant”, facendo impazzire l’arena in un boato fragoroso. L’artista indossava uno dei suoi iconici outfit coloratissimi, stavolta sfoggiando una salopette arancione ed una t-shirt azzurra a pois gialli.

Unipol Arena
L’Unipol Arena di Bologna, luogo del concerto – Nanopress.it

Dopodiché è arrivato il brano “Golden”, perla indiscussa del suo album Fine Line, che ha fatto ballare e cantare senza sosta il pubblico bolognese e non: d’altronde si sa, Harry è famoso per il suo talento nel coinvolgere i fan con le sue performance cariche di energia e spensieratezza. A seguire, “Adore You“, “Daylight” e “Cinema” canzoni che hanno creato all’interno dell’arena un’atmosfera più emotiva e decisamente magica.

La scaletta continua con “Keep Driving“, preceduto da un coro echeggiante di ‘Sei bellissimo!’ rivolto al cantante, che onorato ha risposto con un tenero ‘Grazie mille’. Seguono “Matilda”, Boyfriends”” e “Lights Up”, quest’ultimo accompagnato dalla sua band mentre Bologna si illumina di luci psichedeliche coloratissime.

Instancabile, mentre Harry fa sventolare tra le mani una bandiera arcobaleno, si susseguono uno dopo l’altro “Satellite”, “Canyon Moon”, “Treat People With Kindness”, “What Makes You Beautiful” (brano della sua ex band, gli One Direction), “Late Night Talking”, “Love of My Life”, “Sign of the Times”, “Watermelon Sugar”, “Medicine”, “As It Was” fino a concludere il viaggio con “Kiwi”.

Il discorso in italiano

Tra una canzone e l’altra Harry Styles ci ha anche deliziato con un breve monologo in italiano, oltre che a cantare un pezzo del celebre brano “Se Telefonando” di Mina. Le parole dell’artista sono state queste:

“sto imparando l’italiano molto lentamente, quindi siate pazienti con me. Alcuni momenti più speciali della ma vita sono stati in Italia e sono molto grato per quello che questo paese mi ha dato. Vi do tutto il mio amore e voglio che stasera
siate liberi di essere chi volete.”