Guerra in Ucraina: missili russi colpiscono un centro commerciale, 18 le vittime

Un altro duro colpo per l’Ucraina: in queste ore è stato colpito un centro commerciale pieno di civili, morte 18 persone a causa dei missili della Russia.

Centro commerciale distrutto in Ucraina
Centro commerciale distrutto in Ucraina – Nanopress.it

La guerra in Ucraina è, purtroppo, scoppiata più di quattro mesi fa, dopo che Vladimir Putin ha occupato il Donbass, per poi estendersi in tutto il Paese.

In questi mesi abbiamo visto numerose tragedie e bombardamenti cruenti, ma in queste ore un altro obiettivo civile è stato colpito dai missili russi: un centro commerciale dove sono morte 18 persone.

Missili su un Centro Commerciale in Ucraina: colpite diverse vittime

Ieri sera, lunedì 27 giugno 2022, un altro attacco orribile ha devastato l’Ucraina. La Russia ha colpito un centro commerciale a Kremenchuk, nell’Ucraina centrale, incendiando l’edificio e causando una vera e propria strage uccidendo 18 persone.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha subito dichiarato, dopo l’attacco, che se non fosse stato per le sirene antiaeree in quel momento nel centro commerciale ci sarebbero state più di 1000 persone.

Presidente ucraino Zelensky
Presidente ucraino Zelensky – Nanopress.it

Secondo il presidente ucraino, questo è uno degli attacchi terroristici più cruenti della storia d’Europa, nonostante la propaganda russa continui ad affermare che i loro obiettivi non sono i civili ucraini.

Secondo quanto riportato sempre da Zelensky, per fortuna la maggior parte delle persone presenti sono riuscite a scappare dopo l’allarme, ma purtroppo 18 sono le vittime e ancora non si sa quante persone si trovano sotto le macerie della struttura.

Tutto questo è accaduto quando i leader del G7 si sono incontrati in un vertice in Germania, per cercare di coordinare la risposta occidentale all’invasione della Russia. Sarà solo un caso?

Un attacco premeditato, Zelensky ne è certo

Questo ennesimo attacco delle forze armate di Putin è, secondo il Presidente Zelensky, un attacco premeditato apposta per colpire persone civili.

Subito dopo l’attacco, il Presidente ucraino ha tenuto un discorso, soffermandosi su questo punto e dicendo: “Solo terroristi totalmente pazzi, che non dovrebbero essere sulla terra, possono lanciare missili su un obiettivo del genere. E questo non è un attacco missilistico fuori bersaglio, è un attacco russo calcolato, esattamente in questo centro commerciale”.

Zelensky è convinto sempre di più che la Russia non si fermerà avanti a nulla per conquistare tutto il territorio Ucraino, una convinzione che si è fatta sempre più concreta in questi mesi.

Anche il presidente francese Emmanuel Macron ha definito l’attacco un “abominio”, in un tweet che includeva il video del centro commerciale in fiamme: “Il popolo russo deve vedere la verità”.