Grandi Giardini Italiani, ecco le 5 new entry del 2022

Con l’ingresso di ben cinque nuovi giardini più belli d’Italia, il numero totale dei capolavori naturali facente parte del circuito Grandi Giardini Italiani raggiunge quota 147.

Grandi Giardini Italiani, Roseto
Grandi Giardini Italiani – Nanopress.it

Nel 1997 nasceva Grandi Giardini Italiani, il network delle più belle aree verdi visitabili in Italia, con lo scopo di valorizzare i parchi più eccellenti dal punto di vista estetico, storico, paesaggistico e artistico.

A capo del progetto, ora come allora, si trova Judith Wade che vede Grandi Giardini Italiani come “una fabbrica della creatività diffusa su tutto il territorio”.

Grandi Giardini Italiani: le 5 novità da nord a sud

Quest’anno si inseriscono nel circuito altre 5 grandi meraviglie. Parliamo di Villa di Montruglio in Veneto, del Giardino dell’Impossibile di Favignana, di Villa Bell’Aspetto a Nettuno, di Villa Rezzola a Lerici e della Biblioteca degli Alberi di Milano.

Vediamoli tutti.

1. Villa di Montruglio in Veneto

Ci troviamo sui Colli Berici a 18 km da Vicenza. Proprio qui si trova questa villa immersa in un parco ottocentesco fatto di cedri, lecci, querce e cipressi. Il giardino è stato realizzato da Muttoni ed è abbellito da statue e affreschi meravigliosi. A completare l’opera, un vigneto di 10 ettari dal quale prendono vita vini pregiati.

2. Il Giardino dell’Impossibile a Favignana

Scendiamo al sud fino alla meravigliosa isola di Favignana, in Sicilia, dove attorno alla villa della famiglia di Maria Gabriella Campo è sorto negli anni ’60 un incantevole giardino tra il tufo bianco di Favignana, caratterizzato dalle tipiche piante mediterranee e esotiche (oltre 500 specie differenti). Il giardino rappresenta un omaggio alle cave dell’isola, che per secoli sono state la principale attività economica degli abitanti, e al padre di Gabriella che in quelle stesse cave aveva lavorato.

glicine
Pergola di glicine – Nanopress.it

3. Villa Bell’aspetto a Nettuno

Nei pressi di Roma si trova Villa Bell’aspetto, progettata nel 1647 da Antonio de Rossi. Fu acquistata nell’800 da Camillo Borghese e Paolina Bonaparte che, se hanno apportato modifiche alla villa, hanno lasciato invece intatto il meraviglioso giardino all’italiana circostante.

4. Villa Rezzola a Lerici

In Liguria ecco un’altra perla affacciata sul golfo dei Poeti, nella Liguria di Levante. Si tratta di una residenza signorile acquistata nel ‘900 da nobili inglesi che di recente è stata lasciata in eredità al FAI. Tra le meraviglie del suo giardino troviamo roseti, pergole di glicini, prati e aiuole fiorite, viali e terrazze, vasi e conche, un bosco di lecci e numerose altre piante.

5. La Biblioteca degli Alberi di Milano

Ci spostiamo infine a Milano, nel quartiere di Porta Nuova. Qui si trova BAM-Biblioteca degli alberi, un giardino botanico frutto della riqualifica ambientale nato grazie al team di Inside Outside e alla collaborazione della gente del posto. Qui si trovano più di 500 alberi e circa 135.000 piante diverse.