GB, Sondaggio della leadership Tory: Truss 32 punti su Sunak

Liz Truss mantiene un vantaggio apparentemente inattaccabile nella competizione per essere il prossimo primo ministro, con un nuovo sondaggio che mostra 32 punti di vantaggio su Rishi Sunak tra i membri Tory. 

Liz Truss
Liz Truss – Nanopress.it

Mentre la sua campagna vacilla, l’ex cancelliere ha intensificato il suo attacco a Truss la scorsa notte avvertendo che i suoi piani per affrontare la crisi del costo della vita avrebbero portato milioni di persone a essere “ridotte nell’indigenza”.

La Truss si avvia a succedere a Johnson

I due candidati alla successione di Boris Johnson avrebbero dovuto scontrarsi di nuovo oggi in una campagna elettorale a Belfast, in cui si prevedeva che l’approccio del governo alla Brexit e al protocollo dell’Irlanda del Nord fosse molto importante. Ieri sera Truss, il ministro degli Esteri, ha compiuto il primo passo verso un’azione legale contro l’UE per aver rifiutato di consentire alla Gran Bretagna l’accesso ai programmi scientifici europei.

Il sondaggio per il sito web di ConservativeHome ha mostrato Truss al 60% e Sunak al 28%, con il 9% ancora indeciso e il 3% che non preferisce nessuno dei due. Il sondaggio ha rilevato che il 60 per cento dei membri ha già votato. Altri sondaggi hanno prodotto risultati molto simili, ma il team di Sunak insiste sul fatto che i metodi per sondare i membri Tory sono imprecisi e che ha ricevuto un’accoglienza entusiasta durante la campagna.

È emerso ieri sera che Truss una volta ha affermato che i lavoratori britannici avevano bisogno di “più innesti” e ha contrastato sfavorevolmente la loro “mentalità e atteggiamento” con i cinesi. In una registrazione trapelata ottenuta da The Guardian, Truss, allora segretario capo del Tesoro, ha affermato che la Gran Bretagna voleva “risposte facili” e ha incolpato il problema della produttività nazionale su “abilità e applicazione” tra i lavoratori.

Questa mattina Kit Malthouse, ministro dell’Ufficio di Gabinetto, ha affermato che “da tempo c’era un problema di produttività in questo paese”. Ha detto che ciò è dovuto in parte alla mancanza di investimenti in macchinari e ha affermato che “molte persone nell’economia britannica lavorano molto duramente”.

Alla domanda di LBC se Truss avesse ragione, Malthouse, che deve ancora sostenere pubblicamente uno dei candidati alla leadership, ha detto: “Ogni singola pagella scolastica che avessi mai detto ‘potrebbe sforzarsi di più’. Quindi non penso che ci sia qualcosa di sbagliato nell’incoraggiare le persone a lavorare il più duramente possibile”.

Sunak prova a ‘rientrare’ parlando di programma

Ieri sera Sunak ha affermato che la mancanza di un piano da parte del ministro degli Esteri per aiutare le persone con le bollette energetiche rappresenterebbe un “fallimento morale” che il pubblico non avrebbe mai perdonato. Ha attaccato i suoi piani per il costo della vita, dicendo che la sua promessa di invertire l’aumento dell’assicurazione nazionale varrebbe un “quid a settimana” per i bassi salari e “precisamente zero” per i pensionati.

Rishi Sunak
Rishi Sunak – NanoPress.it

Sajid Javid, l’ex segretario alla salute, che sostiene Truss, ha insistito oggi sul fatto che “non puoi tassare la tua strada verso la crescita” e che Truss aveva ragione a resistere a fornire maggiori dettagli fino a un budget di emergenza a settembre. “Ha anche riconosciuto che molto di più dovrà essere fatto”, ha detto a Sky News.

Alla domanda se il supporto sarebbe globale o mirato, ha aggiunto: “Penso che non devi scegliere tra i due. . . Quello che ha detto con i tagli alle tasse, ovviamente andrà a beneficio di tutti, ma guardando se si possono intraprendere azioni mirate, sono sicuro che sarà preso in considerazione quando si tratterà del bilancio di emergenza”. Javid ha affermato che “nulla è stato tolto dal tavolo” e che Truss ha riconosciuto “questa è una crisi molto, molto grave per le famiglie” poiché l’inflazione è salita al di sopra del 10% oggi.

“Le persone saranno preoccupate e Liz sarà la persona giusta per affrontare questo”, ha detto. Ha respinto il piano di Sir Keir Starmer di congelare completamente le bollette energetiche durante l’inverno, dicendo “Non credo che i suoi numeri si siano sommati”.