G7: la riunione si conclude con un focus sulla Cina

Diversi leader del club delle nazioni del G7 si recano a Madrid per l’attesissimo incontro della NATO.

I leader del G7
I leader del G7 – NanoPress.it

Gli Stati Uniti e altri paesi leader sono pronti a concludere un vertice con un accordo per concentrarsi sulle crescenti sfide poste dalla Cina, anche se la guerra della Russia in Ucraina è stata la preoccupazione più urgente dei tre giorni di riunione.

La Cina al centro della riunione del G7

Il Gruppo delle Sette nazioni pubblicherà martedì un comunicato che delinea un approccio per affrontare Pechino sulle politiche economiche e sulle questioni relative ai diritti umani, secondo un alto funzionario statunitense.

“I leader si impegneranno a lavorare insieme per sviluppare un approccio coordinato per porre rimedio alle pratiche non di mercato della Cina per aiutare a garantire condizioni di parità per le imprese e i lavoratori”, ha affermato il funzionario. La dichiarazione del G-7 condannerà il lavoro forzato a livello globale e prenderà di mira la Cina e la situazione politica nello Xinjiang e in Tibet, ha affermato un funzionario dell’Unione europea. Pechino ha negato le accuse di lavoro forzato.

La Germania, l’ospite del G-7, inizialmente si è opposto all’inasprimento dei toni sulla Cina, ma ha accettato quella che dovrebbe essere la formulazione finale nel comunicato perché non equiparava la Cina alla Russia, secondo un funzionario tedesco. La Cina è stata regolarmente il principale partner commerciale della Germania, secondo dati commerciali recenti, e molte delle sue più grandi aziende dipendono fortemente dal mercato cinese.

Berlino è stata a lungo un sostenitore dell’impegno criticoInoltre, martedì, i leader del G-7 impegneranno 5 miliardi di dollari per questioni di sicurezza alimentare globale, di cui più della metà proverrà dagli aiuti statunitensi all’Ucraina, ha affermato il funzionario statunitense. Il finanziamento per la sicurezza alimentare sosterrà dozzine di paesi, ha affermato il funzionario, attribuendo problemi alla guerra in Ucraina, che ha sconvolto le forniture di grano e altri prodotti.

‘Putin ha usato il cibo come arma di guerra’

Gli Stati Uniti hanno affermato che il presidente russo Vladimir Putin ha usato il cibo come arma di guerra. “Le stime suggeriscono che fino a 40 milioni di persone possono essere spinte verso la povertà nel 2022 a causa della guerra di Putin contro l’Ucraina e dei suoi effetti secondari”, ha affermato il funzionario statunitense. Ma il funzionario non ha rivelato alcuna strategia per superare il blocco russo delle esportazioni di grano ucraine.

Putin
Putin – NnoPress.it

Il vertice del G-7 nelle Alpi tedesche ha alternato le ricadute immediate della guerra in Ucraina e le sfide a lungo termine presentate dalla Cina. Il gruppo ha annunciato ulteriori sanzioni contro Mosca e ha accettato di lavorare su un meccanismo per limitare il prezzo di acquisto del petrolio russo. È stato inoltre delineato un piano di spesa per le infrastrutture per i paesi in via di sviluppo in contrasto con la Belt and Road Initiative cinese.

Il presidente Biden ha incontrato martedì mattina il primo ministro britannico Boris Johnson, il presidente francese Emmanuel Macron, il primo ministro italiano Mario Draghi e il cancelliere tedesco Olaf Scholz. Dopo la fine dell’incontro in Germania, diversi leader del G-7 si recheranno in Spagna per un incontro dell’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico a Madrid, che dovrebbe anche affrontare la concorrenza strategica dell’Occidente con la Cina.