Fincantieri Monfalcone, ancora chiuso dopo l’incendio sul Carso

Secondo giorno di chiusura per Fincantieri Monfalcone dopo l’incendio sul Carso divampato nei giorni scorsi.

Incendio sul Carso
Incendio sul Carso – Nanopress.it

Lo stabilimento di Monfalcone, a Gorizia, di proprietà della Fincantieri è rimasto chiuso in seguito all’incendio sul Carso divampato nei giorni scorsi. Si tratta del secondo giorno di chiusura, imposto a seguito delle conseguenze emerse in seguito all’evento. I cantieri rimarranno in uno stato di inattività, qualora le condizioni dell’aria miglioreranno, al fine di avviare le procedure di pulizia dei ponti e dei piazzali delle navi, cosparsi di fuliggine e fumo. Ecco la situazione sul posto.

Incendio sul Carso, lo stabilimento Fincantieri Monfalcone resta ancora chiuso

A causa dell’incendio divampato sul Carso, lo stabilimento di Fincantieri Monfalcone resta ancora chiuso. Sono due giorni che lo stesso non viene aperto, a causa della fuliggine, del fumo e dei detriti che si sono depositati e che non consentono una riapertura in sicurezza per i dipendenti.

Nello stabilimento, infatti, lavorano all’incirca 8 mila persone: pertanto, è fondamentale garantire ai dipendenti condizioni di lavoro sicure, dopo l’evento che ha interessato la zona.

Resta ancora chiuso il tratto verso Venezia, mentre l’A4 in direzione Trieste è stata riaperta. Nelle ultime ore, secondo gli esperti, la qualità dell’aria è migliorata, a seguito delle operazioni di spegnimento delle fiamme da parte dei Vigili del Fuoco.

Incendio sul Carso
Incendio sul Carso – Nanopress.it

Il lavoro dei Vigili del Fuoco

I Vigili del Fuoco hanno lavorato ininterrottamente per spegnere le fiamme sul Carso e riportare la situazione alla normalità. Il loro intervento ha permesso, dunque, di domare l’incendio e di migliorare, nel corso delle ore, la qualità dell’aria, peggiorata a seguito della situazione che si è venuta a creare.

Anche con gli aerei si è provveduto a spegnere l’incendio, a partire dalle 7 di questa mattina. La parte ovest dell’autostrada, però, resta chiuso, a causa dell’incertezza scaturita dal diffondersi delle fiamme.

A causa del fumo e delle sostanze attualmente presenti nell’aria – a seguito dell’incendio – Anna Maria Cisint, sindaco di Monfalcone, ha chiesto ai cittadini di indossare la mascherina FFP2 qualora si trovino fuori casa. Un consiglio rivolto, soprattutto, a chi ha problemi di salute e respiratori. Per chi resta in casa, è stato consigliato di chiudere le finestre.

Ci vorrà ancora qualche giorno per riportare la situazione alle condizioni pre incendio. Certamente, sarà necessario procedere alle operazioni di pulizia per permettere ai dipendenti Fincantieri e quelli che lavorano per le ditte dell’indotto, di poter nuovamente svolgere il loro lavoro.