La sestina del Premio Strega 2020

Esordi, ritorni e conferme. In attesa della premiazione del 2 luglio: scopriamo chi sono gli autori e gli editori dell’edizione Premio Strega di quest'anno.

Premio Strega 2020: i finalisti del premio Strega

Foto Premio Strega

Il lockdown non ha fermato i lavori dello Strega e l’edizione 2020 si avvia alla conclusione: il prossimo 2 luglio verrà assegnato quello che è considerato il premio più ambito nel panorama editoriale italiano ma il vincitore non è scontato. Se Sandro Veronesi con il suo Colibrì è apparso a molti il favorito, i romanzi proposti dagli altri editori promettono di dare battaglia in un’edizione che presenta, dopo due decenni, una sestina al posto della storica cinquina dei finalisti. È stata infatti applicata la clausola del regolamento del Premio in virtù della quale accedono alla seconda votazione sei candidati (o più) se nella graduatoria dei primi cinque non è compreso almeno un libro pubblicato da un editore medio-piccolo.

SANDRO VERONESI: IL VINCITORE DEL PREMIO STREGA 2020

I finalisti del Premio Strega 2020

Premio Strega 2020: i finalisti del premio Strega
Foto Premio Strega

Einaudi è in gara con due romanzi: La misura del tempo di Gianrico Carofiglio e Almarina di Valeria Parrella. Nel romanzo di Carofiglio il passato e il presente si confrontano e dialogano alternando momenti di nostalgia per un tempo perduto a momenti di distacco da quella stessa perdita. La storia è quella di Guido e Lorenza, che si incontrano dopo anni: lui è avvocato e lei è madre di un figlio accusato di omicidio alla disperata ricerca di qualcuno che la possa aiutare. Le vicende processuali si accompagnano alla riflessione del protagonista sul tempo e sui cambiamenti che questo porta con sé, trasformando le persone e lo sguardo con cui si abbracciano gli stessi luoghi di un tempo.

CLICCA PER ACQUISTARE LA MISURA DEL TEMPO DI GIANRICO CAROFIGLIO

A Nisida, carcere minorile di Napoli, Valeria Parrella fa incontrare le solitudini di due personaggi: Elisabetta, insegnante di matematica, vedova e senza figli, e Almarina, giovane detenuta. Tra un dentro e un fuori, tra la reclusione che paradossalmente protegge e la libertà che rappresenta un pericolo, le storie di Elisabetta e Almarina si intrecciano mescolando passato e presente.

CLICCA PER ACQUISTARE ALMARINA DI VALERIA PARRELLA

Daniele Mencarelli, già vincitore dello Strega Giovani 2020, con Tutto chiede salvezza edito da Mondadori ci porta nella vita del protagonista Daniele che si trova in ospedale, sottoposto a un trattamento sanitario obbligatorio. Attorno a Daniele si muovono personaggi che come lui percepiscono la realtà con una sensibilità estrema che a volte sfiora la follia ma dietro la quale si cela una umanità tenera.

CLICCA PER ACQUISTARE TUTTO CHIEDE SALVEZZA DI DANIELE MENCARELLI

L’esordio di Gian Arturo Ferrari è un romanzo di formazione e di speranza pubblicato da Feltrinelli: il Ragazzo italiano è Ninni, che vive nell’Italia del dopoguerra, tra l’Emilia e Milano, tormentato e talvolta incompreso dal mondo degli adulti ma in grado di crescere grazie all’amore della nonna e della madre e alla passione per i libri.

CLICCA PER ACQUISTARE RAGAZZO ITALIANO DI GIAN ARTURO FERRARI

Jonathan Bazzi pubblica con Fandango Febbre. È proprio la febbre del titolo a tormentare il protagonista, occupandone i pensieri e angosciandolo all’idea di non riuscire a venire a capo di quella spossatezza che gli impedisce anche di lavorare. Tra un presente fatto di ricerche sulla sua misteriosa malattia e un passato difficile e doloroso, che viene progressivamente raccontato dal narratore, la scoperta di essere sieropositivo viene accolta da Jonathan quasi come una liberazione.

CLICCA PER ACQUISTARE FEBBRE DI JONATHAN BAZZI

Marco Carrera è Il colibrì di Sandro Veronesi (La nave di Teseo),  già vincitore del Premio Strega nel 2006 con Caos calmo. Il colibrì riesce, grazie a un rapidissimo battito alare, a sembrare immobile, sospeso a mezz’aria, ma solo in apparenza questa sospensione appare naturale, senza sforzo. Il protagonista del romanzo di Veronesi è come il colibrì e proprio come questo uccello ha la forza e la tenacia per non lasciarsi trascinare a fondo dalle perdite, dal dolore e dal passato.

CLICCA PER ACQUISTARE IL COLIBRÌ DI SANDRO VERONESI

Parole di Francesca Turchi

Appassionata di libri, mi occupo di arte, editoria, cinema e teatro.

Da non perdere