Fiera della Maddalena a Caserta: l’evento ritorna dopo lo stop della pandemia

Dopo due anni di stop, la Fiera della Maddalena sarà nuovamente organizzata: il programma presentato al Comune di Caiazzo: previste degustazioni, stand fieristici, spettacoli all’insegna dell’arte e della cultura. 

Fiera
Fiera – Nanopress.it

Dopo due anni di stop, imposto dalle restrizioni legate alla pandemia di Coronavirus, ritorna la Fiera della Maddalena. Il programma presentato il 3 giugno 2022 al Comune di Caiazzo, prevede spettacoli, degustazioni enogastronomiche e stand fieristici. Un evento molto atteso che ha come slogan la seguente frase: “Le radici nel passato, lo sguardo verso il futuro”.

Fiera della Maddalena, ritorna l’evento dopo due anni di stop a causa della pandemia

Dopo due anni di pandemia e di restrizioni di diversa sorta, ritornano gli eventi che – da sempre – si sono svolti in tutto lo Stivale. Tra questi, anche la Fiera della Maddalena, che si svolge nel Comune di Caiazzo, in provincia di Caserta. Il programma presentato il 3 giugno nel corso di una conferenza stampa presso la sede del Comune di Caiazzo, in palazzo Mazziotti, via Umberto I, alle ore 11.30.

Saranno organizzati, nello specifico, visite guidate, spettacoli, stand fieristici, nonché degustazioni enogastronomiche che avranno come obiettivo principale quello di promuovere le radici del posto e farle conoscere a chi accorrerà all’evento che avrà una durata di due mesi, coinvolgendo sei comuni del Caiatino.

Fiera
Degustazioni in fiera – Nanopress.it

Le parole del sindaco

Come spiega Stefano Giaquinto, sindaco di Caiazzo, l’evento è dedicato a un giovane, che – di recente – ha perso la vita in un incidente stradale: “Abbiamo voluto posticipare l’avvio delle manifestazioni per esprimere la vicinanza di tutta la comunità caiatina alla famiglia di Paolo Mone, il diciottenne recentemente scomparso in modo tragico per un incidente stradale. Ricorderemo Paolo nel corso dei nostri eventi“.

Il primo cittadino – insieme ai suoi colleghi di altri comuni vicini – garantisce che sarà messo in piedi un evento che regalerà “ai nostri concittadini ed ai turisti momenti di svago all’insegna dell’arte e della cultura”.

E, il sindaco, inoltre, ringrazia pubblicamente sia la Regione Campania – che ha finanziato l’evento – ma anche gli altri sindaci che sono stati coinvolti nell’iniziativa con i rispettivi comuni: “Ancora una volta devo rimarcare che, grazie soprattutto all’aiuto della Regione Campania abbiamo messo in campo un programma vasto, di alto livello culturale, capace di richiamare visitatori e turisti da tutta la Campania e non solo

E aggiunge:

Insieme ai miei colleghi sindaci Stefano Lombardi, Carmine Cacchillo, Francesco Maria Rubano, Gennaro Marcuccio ed Angelo Coppola, che fin dal primo momento hanno creduto in questa iniziata comune”.