Euro 2020: l'Italia è campione d'Europa

Il primo e unico titolo europeo era stato vinto dagli Azzurri nel 1968, che lo riconquistano battendo in finale l'Inghilterra

Euro 2020: l'Italia è campione d'Europa

Foto Instagram | @azzurri

L’Italia è campione d’Europa: la nazionale di calcio maschile ha battuto in finale l’Inghilterra conquistando Euro 2020, un’edizione molto particolare degli Europei sotto gli occhi del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Rimandata di un anno a causa del Covid e per di più itinerante, messa in dubbio fin dall’inizio tra contagi e restrizioni, ha visto alternarsi momenti drammatici, come l’attacco cardiaco in campo a Christian Eriksen della Danimarca, a polemiche in merito al movimento Black Lives Matter e ai positivi tra i professionisti e i tifosi.

Tensione su tensione culminata con la finale a Wembley, proprio in casa dell’Inghilterra: i 60 mila tifosi allo stadio (contro i poco più che 6 mila dell’Italia) hanno spinto la propria nazionale, data sicura vincente come dimostrava lo slogan It’s coming home (modificato poi in It’s coming Rome).

Nonostante la certezza e il grandissimo numero di persone accorse a Londra a sostenere la nazionale della regina (prendendo in ostaggio il centro della città), l’Italia è riuscita a batterla ai rigori, riportando a casa il titolo europeo dopo ben 53 anni e salendo a quota 2 campionati continentali vinti.

Euro 2020: l’Italia sul tetto d’Europa dopo 53 anni

L’Inghilterra è andata in vantaggio al secondo minuto con un gol di Shaw, ma l’Italia è riuscita a pareggiare al 67° con Bonucci, mantenendo il risultato in parità anche ai supplementari.

Ai rigori si è consumato il vero e proprio show, dove l’Italia ha dimostrato la propria superiorità grazie anche al portiere Gianluigi Donnarumma, che vince anche il titolo di miglior giocatore di Euro 2020. Il risultato finale sarà di 4-3: il primo a tirare è Berardi che va in gol (2-1), poi tocca a Kane gol (2-2) quindi Belotti che sbaglia e al quale viene parato il rigore (2-2). Maguire per l’Inghilterra segna (2-3) e gli risponde Bonucci, gol (3-3). Gli ultimi rigori sono stati al cardiopalma: Rushford sbaglia (3-3), Bernardeschi segna (4-3), ma a Sancho (uno dei giocatori più costosi d’Europa) il rigore viene parato (4-3). La vittoria è in tasca ma il campione d’Europa col Chelsea Jorginho sbaglia e gli viene parato (4-3). L’ultimo a tirare è Saka e Donnarumma gli para il rigore (4-3): la foto del giovanissimo calciatore in lacrime consolato dal CT Southgate è l’immagine scelta dai giornali inglesi per le copertine di oggi.

Grande commozione per l’allenatore Roberto Mancini, che subito dopo la vittoria ha abbracciato l’amico di una vita Gianluca Vialli capo delegazione della nazionale: compagni ai tempi della Sampdoria, insieme avevano perso la finale di Champions proprio a Wembley nel 1992. “Con lui c’è un’amicizia che va al di là di ogni cosa, che nasce dai tempi della Sampdoria – ha dichiarato a fine partita – Allora siamo stati sfortunati, oggi si è chiuso un cerchio. Questa vittoria è per tutti gli italiani“.

L’Italia vince e “vendica” Matteo Berrettini

La vittoria dell’Italia a Euro 2020 è avvenuta poche ore dopo la sconfitta di Matteo Berrettini nella finale di Wimbledon, contro il numero 1 del mondo Novak Djokovic.

Il tennista romano era presente allo stadio: intervistato da Sky, si è detto dispiaciuto della sconfitta ma pronto a focalizzarsi su nuove occasioni. Durante la sua partita sono stati più volte inquadrati i suoi genitori e suo fratello tra il pubblico in grande tensione: durante i rigori degli Azzurri, ha dichiarato di essersi sentito più teso di loro sugli spalti di Wimbledon, per una giornata che si è conclusa nel migliore dei modi.

Parole di Carlotta Tosoni

"Una cosa bella è una gioia per sempre" diceva John Keats. Provo ad applicare questi versi nella pratica cercando e studiando tutto ciò che è esteticamente e intellettualmente interessante. Infatti arte, bellezza e comunicazione sono sempre stati la mia guida nello studio, nel lavoro e nella vita: ricercare contenuti validi da esprimere in maniera piacevole e da comunicare efficacemente. Solo così si può provare a cambiare le cose. La mia formazione è stata economica e artistica, la scrittura il mio mezzo preferito per raccontare il mondo, le mie passioni la storia dell’arte, il beauty, lo sport. Dal 2020, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.

Da non perdere