eSport, Pogba testimonial del gioco "Call of Duty"

L'ex centrocampista della Juventus, ora in forza al Manchester United, entra nel mondo degli eSports postando foto con il nuovo kit della finta squadra di calcio del mondo immaginario di Verdansk che rappresenta la città di Call of Duty

eSport, Pogba testimonial del gioco “Call of Duty”

Foto AMA/Getty Images | di James Williamson

Paul Pogba entra nel mondo degli esports e lo fa con una specie di fake, la sua “firma” per il Verdansk Sparks. Un team che non esiste, ma che rappresenta la città di Call of Duty. Un modo per pubblicizzare la passione del centrocampista del Manchester United per lo sparatutto di Activision e spingere i suoi fans ad accostarsi agli eSports. L’annuncio del calciatore francese è comparso su Twitter.

L’annuncio sui social

Agosto è il mese per eccellenza del calciomercato estivo. A partire dall’estate scorsa, i rumors su un possibile trasferimento dell’ex juventino dal Manchester United a qualche altro big team europeo non si sono mai arrestati. Il tweet del campione del mondo transalpino dell’11 agosto aveva messo tutti in fibrillazione: “Tomorrow”.

“Domani” sarà il giorno della tanto agognata firma sul rinnovo del contratto con la maglia dei Red Devils o ci sarà l’annuncio di un clamoroso trasferimento destinazione Spagna o Francia magari? Le domande frenetiche dei tifosi sui social hanno trovato risposta il 12 agosto quando un tweet di Pogba ha chiarito le idee a tutti e ha postato una foto con il nuovo kit della finta squadra di calcio del mondo immaginario di Verdansk per celebrare l’apertura dello stadio del battle royale.

Parole di Redazione

Da non perdere