Ennesimo attacco missilistico a Odessa: distrutte strutture industriali

Nella serata del 20 maggio 2022, è stato lanciato un altro attacco missilistico ad Odessa dalle forze militari russe.

Aerei
Aerei – Nanopress.it

L’esercito russo ha lanciato l’ennesimo attacco missilistico nella regione Ucraina di Odessa durante la serata di venerdì 20 maggio 2022, colpendo una zona industriale del paese.

Missile russo colpisce un impianto di fertilizzanti

Il razzo lanciato dall’esercito russo è stato riconosciuto come un missile da crociera a base aerea.

L’ordigno ha colpito un impianto industriale di fertilizzanti collocato a sud della regione di Odessa.

Non risultano esserci né morti, né feriti e non risultano minacce né per l’ambiente, né per la salute dei cittadini della regione Ucraina.

Non risultano possano esserci pericoli per la salute a lungo termine per i residenti della zona.

Il fatto è stato riportato dall’agenzia d’informazione ucraina Unian, che ha acquisito le fonti dal “comando operativo Sud”.

L’impatto ha creato un cratere di una grandezza considerevole: un “imbuto” profondo tre metri e con un diametro di dodici.

Le conseguenze dell’esplosione

Tutti gli impianti industriali dei dintorni sono stati distrutti dalla caduta del missile.

Subito dopo lo schianto del razzo l’esplosione dovuta all’impatto ha causato un incendio delle strutture, che fortunatamente le unità del Servizio di emergenza statale ucraino (GschS) sono riuscite subito a spegnere.

Edificio
Interno di un edificio distrutto – Nanopress.it

La caduta del missile e l’incendio non hanno causato nessuna vittima.

La regione di Odessa è stata bombardata più volte dall’inizio del conflitto partito lo scorso febbraio.

Bombardamenti anche nel resto dell’Ucraina

Nel pomeriggio di ieri ci sono stati altre incursioni da parte dell’esercito russo.

Una scuola della città ucraina di Severodonetsk, è stata presa di mira dai bombardamenti russi.

Nel complesso scolastico erano nascoste circa duecento persone, tra cui molti bambini.

Tre persone sono rimaste uccise durante l’attacco delle truppe russe.

E’ stato anche lanciato un attacco missilistico nella regione di Kharkiv, sulla Casa della Cultura, da poco ricostruita, della città di Lozova.

Ci sono state sette vittime, tra cui un bambino di undici anni.

Inoltre le sirene antiaeree hanno risuonato per tutta l’Ucraina per tutta la serata di ieri.

Secondo il ministero della difesa ucraino la Russia sarebbe stata pronta a lanciare dal Mar Nero sedici missili da crociera Kalibr.

I militari delle forze armate ucraine hanno dichiarato che giovedì 19 maggio 2022 sono stati trovati uccisi almeno venti civili e soccorsi circa cinquanta feriti, dopo un bombardamento da parte delle forze armate russe.

Sempre nella giornata di giovedì sono state distrutte circa cinquantaquattro località delle regioni ucraine di Luhansk e Donetsk.