Ema rianalizza AstraZeneca: è sicuro, nessun fattore di rischio legato all'età

L'Agenzia europea per i medicinali conferma che il vaccino può continuare a essere somministrato

Vaccino AstraZeneca

Foto Getty Images | Matthew Horwood

Dopo che la Germania ha deciso di sospendere nuovamente la somministrazione di AstraZeneca in seguito a casi di trombosi cerebrale sospetta, l’Ema, ovvero l’agenzia Europea del farmaco, ha deciso di rianalizzare il vaccino per verificare l’eventuale nesso tra il medicinale ed effetti collaterali come trombosi o coaguli di sangue.

Il verdetto è che AstraZeneca è sicuro e non c’è nessun collegamento diretto tra il vaccino e i casi verificatisi nei giorni scorsi di, appunto, trombosi o coaguli di sangue. Nello specifico, dice l’Ema, “Al momento la revisione non ha identificato alcun fattore di rischio specifico, come l’età, il sesso o una precedente storia medica di disturbi della coagulazione, per questi eventi molto rari. Un nesso causale con il vaccino non è dimostrato, ma è possibile e ulteriori analisi sono in corso“.

L’ente continuerà a monitorare il vaccino, che ora si chiama Vaxzevria, e ha reso noto che il suo Comitato della sicurezza (Prac – Pharmacovigilance Risk Assessment Committee) terrà conto di tutti i casi sospetti di decesso o gravi problemi di salute post-vaccinazione per fare una valutazione completa.

AstraZeneca è sicuro

Sono stati registrati 44 casi di trombosi del seno venoso cerebrale su 9.2 milioni di dosi somministrate: un numero troppo basso per l’Ema per stabilire che AstraZeneca sia pericoloso per la salute. Comunque è ora in corso un briefing tecnico per aggiornare eventuali considerazioni

Per ora la Germania ha deciso di somministrarlo solo agli over 65, una decisione che l’Ema ha deciso di rispettare.

Parole di Carlotta Tosoni

"Una cosa bella è una gioia per sempre" diceva John Keats. Provo ad applicare questi versi nella pratica cercando e studiando tutto ciò che è esteticamente e intellettualmente interessante. Infatti arte, bellezza e comunicazione sono sempre stati la mia guida nello studio, nel lavoro e nella vita: ricercare contenuti validi da esprimere in maniera piacevole e da comunicare efficacemente. Solo così si può provare a cambiare le cose. La mia formazione è stata economica e artistica, la scrittura il mio mezzo preferito per raccontare il mondo, le mie passioni la storia dell’arte, il beauty, lo sport. Dal 2020, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.

Da non perdere