Elton John a 75 anni incanta San Siro con il tour d’addio

Un addio alle scene in stile Elton John. A poco a poco, in ogni città toccata dal suo ultimo tour, qualcosa di magico si sente nell’aria con la sua musica. E sabato sera è stata, anche, la volta della città di Milano.

Elton John
Elton John – Nanopress.it

Sir Elton John non era in Inghilterra ai festeggiamenti della sua regina, ma in Italia a salutare il pubblico accorso lì per lui.

Elton John: il suo ultimo concerto anche a Milano

Una carriera che ha toccato vette altissime. Un titolo, quello di Sir, due premi Oscar vinti, tantissime canzoni e altrettante emozioni che solo un cantante come lui ha saputo donare. Elton John si congeda dal suo pubblico e lo farà dal prossimo 2023.

Nel frattempo, però, in grande stile e come d’uso a Sir Elton John, con un tour che sta toccando le principali città, sta salutando, quasi come ad uno ad uno, tutti i suoi fans sparsi nel mondo.

All’età di 75 anni arriva il suo addio alle scene. E sabato sera è stata la volta di salutare il pubblico di Milano e quello di tutta l’Italia che lo ama e continuerà ad amarlo incondizionatamente.

Un concerto fatto di ben 24 canzoni, un successo dietro l’altro, che ha fatto cantare il pubblico di ogni età lì accorso, in uno Stadio San Siro gremito.

Perché il ritiro dalle scene? Elton John lo aveva già detto ed era il lontano 2018: ci sarebbe stato un tour d’addio vero e proprio, il “Farewell Yellow Brick Road – The Final Tour” che lo avrebbe portato in giro per il mondo, con quasi 300 tappe per salutare il suo pubblico, davvero uno per uno.

Più che un concerto, una vera e propria festa durata più di due ore senza alcuna interruzione.

Elton John, sempre elegantissimo, non appena è salito sul palco, si è seduto al suo pianoforte ed ha salutato il pubblico con una frase in lingua italiana: “Felice questa notte molto speciale”.

Elton John
Elton John – Nanopress.it

Da lì, poi, la carrellata di musica con i suoi successi, da quelli più conosciuti e che hanno fatto la storia della sua carriera (da “Rocket Man”, a “Candle in the wind”, fino a “Burn down the mission”). Non solo successi della sua carriera, che ha avuto inizio nel 1973, ma anche i più recenti, come “Cold Heart”.

Successi senza tempo. Ma per la Regina Elisabetta?

La sua band, il suo pianoforte, la sua voce e il calore del pubblico: a Sir Elton è bastato questo per sentirsi a casa.

C’è un particolare che non è sfuggito ai più: il baronetto era in concerto in Italia nel pieno dei festeggiamenti del Giubileo di Platino della Regina Elisabetta II.

Si è dimenticato di lei? Assolutamente no ma, pur di non cancellare la tappa dei tour italiana e salutare anche il nostro pubblico, al concerto all’aperto per la festa della Regina, è stata mandata in onda una performance registrata.

Dopo anni di musica e successi, da Sir Elton John la volontà di passare più tempo con la sua famiglia e con i figli perché, come lui stesso ha dichiarato in un’intervista

quando terminerò il tour, avrò 76 anni”.