“È tossico”, ritiro immediato dagli scaffali: è il gelato preferito dagli italiani

Uno gelato preferito dagli italiani è stato ritirato dal commercio per via di sostanze tossiche al suo interno. Ecco di quale si tratta.

ritiro immediato
ritiro immediato – Nanopress.it

La stagione estiva è passata e tutti noi abbiamo cercato di trovare refrigerio dalle alte temperature anche assaporando uno dei cibi più gustosi che ci siano e che proprio nei mesi estivi sembra essere adatto a tutti i palati: il gelato.

Questo dolce non è altro che l’insieme di latte e zuccheri, e vari ingredienti che formano i vari sapori, che viene portato allo stato solido attraverso un processo di agitazione e congelamento che forma l’impasto pastoso tanto amato.

Gelato: ritirato il più amato dagli italiani

Inizialmente l’utilizzo di questo prodotto era stato creato refrigerando latte e frutta e solo nel XVI secolo un architetto fiorentino Bernardo Buontalenti sembrò scoprire il gelato come tutti noi lo conosciamo adesso.

Gelato: ecco quello ritirato dal commercio
Gelato – Nanopress.it

Di solito, il miglior gelato che si possa assaporare è quello artigianale venduto da negozi specializzati e gelaterie che hanno nel loro negozio un laboratorio in cui questo dolce viene realizzato.

Ma molte volte, specie quando siamo in degli stabilimenti balneari o per strada oppure vogliamo comprare delle vaschette e tenercele per mangiarlo in un secondo momento o conservare la quantità che non utilizziamo, compriamo dei gelati confezionati.

Questo ha reso negli anni molto proficuo il commercio di questi gelati e molte aziende si sono specializzate su queste, rendendo disponibile varietà di gelati nel corso degli anni, modellandoli anche con forme particolari e gusti che mai avremmo pensato di assaporare.

Gelato: ecco quello ritirato dal commercio
Gelati confezionati – Nanopress.it

Per questo motivo, nei nostri ricordi ci sono dei gelati che da bambini abbiamo mangiato e che ora non sono più in commercio in quanto sono stati sostituiti da altri prodotti anche se alcuni di questi sono diventati dei must per alcune aziende di gelati.

Inoltre, specie in Italia, negli ultimi tempi si sta dando molto attenzione a questo dolce e si stanno aprendo tantissime gelaterie del marchio Grom, nato a Torino nel 2003 che nel 2015 è diventata una multinazionale entrando a far parte dell’Unilever.

Ma lo scorso 21 settembre, il Ministero della Salute ha pubblicato sul suo sito un comunicato che riguarda il lotto di un marchio di gelato molto amato in tutto il mondo e anche dagli italiani.

Nel comunicato formale, si è voluto avvisare tutti i cittadini italiani che a causa di un richiamo fatto dall’azienda produttrice di questi gelati, il prodotto a base di vaniglia è stato ritirato dal commercio.

I danni sulla salute

In particolare si tratta dei gelati Häagen-Dasz e della possibile presenza al suo interno di cloetanolo nell’estratto di vaniglia e si tratta di un composto chimico incolore che viene sintetizzato dall’etilene e dall’acido ipocloroso.

Questa sostanza si presenta in forma liquida trasparente e di solito viene utilizzato per la sintesi dell’ossido di etilene sia in campo petrolifero che in campo medico anche se viene usato sugli alimenti come disinfestante e per conservare i cibi.

Il cloetanolo è utilissimo per contrastare i batteri e le muffe ed è anche un ottimo alleato per la conservazione di quei cibi che non sono stati posti sotto pastorizzazione e necessitano di essere congelati.

Ma bisogna stare molto attenti al suo utilizzo perché l’eccessiva abbondanza di questa sostanza causa molto problemi di salute sull’uomo causando mal di testa, che possono sfociare in convulsioni fino ad arrivare all’ictus e al coma, oltre creare problemi alle vie respiratorie e agli occhi se esposti per molto tempo a questa sostanza.

Per via della sua tossicità non è più utilizzato come pesticida nei Paesi dell’Unione Europea e quando ci troviamo davanti a prodotti provenienti dall’estero in cui queste molecole sono state utilizzate si tende a ritirare dal commercio il prodotto.

Ma questo non deve creare allarmismo qualora vediamo la sua presenza sulle etichette, perché se messe in commercio vuol dire che la concentrazione di questa sostanza è talmente minima che non crea problemi sulla salute.

Qualora qualcuno dovesse esserne in possesso bisogna riportare il prodotto dal commerciante e richiedere il rimborso.

Di seguito riportiamo i lotti del gelato Häagen-Dasz richiamati dall’azienda:

  • Caramel Attraction, 4×95 ml, scadenza 8 marzo 2023;
  • Favorite Selection, 4×95 ml, scadenze: 8 marzo 2023, 10 marzo 2023, 22 marzo 2023, 23 marzo 2023, 7 aprile 2023, 25 aprile 2023, 29 aprile 2023.