Draghi esorta Biden a promuovere un piano di pace per l’Ucraina

Il primo ministro italiano Mario Draghi nell’incontro avvenuto ieri con il Presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha affermato che gli alleati dovrebbero iniziare a lavorare sui negoziati, per un processo di pace di lunga durata in Ucraina, anche se devono continuare a sanzionare la Russia per la sua invasione del paese.

Draghi e Biden
Draghi e Biden – NanoPress.it

Draghi vuole raggungere un cessate il fuoco

La gente si chiede, come possiamo porre fine a quelle atrocità? Come possiamo raggiungere un cessate il fuoco? Al momento è difficile avere risposte a questo, ma dobbiamo riflettere attentamente su queste domande“, ha detto Mario Draghi al presidente Joe Biden durante un incontro alla Casa Bianca martedì.

Draghi ha inoltre affermato che il presidente russo Vladimir Putin non è riuscito a danneggiare l’alleanza degli Stati Uniti con l’Europa.

Biden ha detto a Draghi che l’Italia è stata uno dei più stretti alleati degli Stati Uniti nell’affrontare il Cremlino. “Se Putin ha mai pensato di poterci dividere, ha fallito”, ha detto Draghi. Le osservazioni di Draghi seguono lo scetticismo di alcuni dei suoi partiti di governo di coalizione sull’impatto della guerra, sull’economia italiana, e sul sostegno militare offerto all’Ucraina.

Biden e Draghi si sono incontrati per discutere della guerra e per coordinare la loro risposta all’invasione della Russia. È la prima visita a Washington di un leader dell’Unione Europea da quando è scoppiato il combattimento in Ucraina il 24 febbraio. Draghi, che ha chiesto un maggiore coordinamento dell’UE in materia di difesa e politica estera, ha avvertito martedì che la guerra porterebbe un cambiamento “drastico” in Europa.

Nonostante la dipendenza dell’Italia dall’energia russa, Draghi ha spinto l’UE a sanzionare le importazioni di petrolio russo. Ha anche sostenuto l’invio di armi pesanti in Ucraina nonostante la resistenza della sua ampia coalizione di governo.

Il sequestro dei beni agli oligarchi russi continua

Durante il loro incontro, Biden ha detto a Draghi che gli Stati Uniti sono pronti ad aumentare la produzione di petrolio se ciò non influirà sugli obiettivi di energia pulita, secondo le osservazioni condivise dai funzionari italiani.

Joe Biden e Mario Draghi
Joe Biden e Mario Draghi – NanoPress.it

Gli Stati Uniti e l’UE a marzo hanno annunciato un piano per la fornitura di almeno 15 miliardi di metri cubi di gas naturale liquefatto quest’anno per sostenere il taglio dell’energia russa.

Anche l’Italia e gli Stati Uniti hanno collaborato al sequestro dei beni degli oligarchi russi. L’Italia ha congelato circa 1 miliardo di euro di beni tra yacht e ville con l’aiuto dell’intelligence statunitense.

La scorsa settimana, le autorità italiane hanno ordinato che il superyacht Scheherazade fosse tenuto in un porto toscano, affermando che è collegato ai massimi livelli del governo russo, che sono oggetto di sanzioni dell’UE.

L’incontro di Draghi con Biden suggella il passaggio dell’Italia a una politica estera filo-atlantica, iniziata quando l’ex capo della Banca Centrale Europea è stato nominato primo ministro nel 2021, e accelerata con l’inizio della guerra in Ucraina.

Il premier italiano e Biden si sono incontrati l’ultima volta di persona ad ottobre in un incontro del Gruppo dei 20 a Roma. Entrambi parteciperanno ai vertici del Gruppo dei Sette e della NATO a giugno. Draghi incontrerà oggi la presidente della Camera Nancy Pelosi al Campidoglio degli Stati Uniti, prima di ricevere un premio importante stasera, direttamente dal Consiglio Atlantico.