Donna morta in casa a Mantova | Scoperta dopo un mese grazie al cane

Una storia di solitudine ma anche di una fedeltà estrema. Quella di un cane che l’ha vegliata sino all’arrivo dei soccorsi. La donna è morta a causa del caldo, ma nessuno l’aveva soccorsa.

Cane
Cane – Nanopress.it

Lui era lì, allo stremo delle sue forze, ma non ha voluto abbandonarla. Ecco la toccante vicenda.

Donna morta a Mantova in solitudine: la sua storia

Siamo a Mantova, nella periferia della città. Di lei non si avevano più notizie da tempo e non rispondeva più neanche al telefono, né tantomeno ai vicini. Quella che stiamo per raccontarvi è una storia di vera solitudine dove solo un cane e la sua fedeltà l’hanno tenuta compagnia sino alla fine, e anche oltre.

Ciò che hanno trovato gli uomini delle Forze dell’ordine ed il personale sanitario, allertati dai vicini, è stata una scena a dir poco struggente. Lei era lì, accasciata nel box della doccia, forse si è sentita male senza nemmeno accorgersene. Il caldo è probabile che le abbia provocato un malore.

Ma ciò che più ha colpito è stato il suo cane, che è rimasto lì, per oltre un mese allo stremo delle forze, ma non ha abbandonato la sua padrona che era salita in cielo, ma nessuno se ne era accorto. Forse avrà anche abbaiato all’inizio ma poi, stanco e senza cibo, anche lui si stava lasciando morire in salotto, quasi nella speranza che qualcuno, prima o poi, arrivasse a soccorrerli.

Polizia mortuaria
Polizia mortuaria – Nanopress.it

Anche il cane si stava lasciando morire

La sua padrona aveva 59 anni, viveva sola insieme al suo cane. Da giorni di lei non si avevano più notizie. I vicini avevano provato anche più volte a suonare al campanello di casa sua, ma non avevano ottenuto risposta alcuna, se non l’abbaiare del cane che, però, ogni giorno, diventata sempre più flebile.

E così è stato per giorni. Della donna nessuna traccia più, nessuno l’aveva vista più uscire né tantomeno portare a spasso la bestiola. Ciò che aumentava era quell’odore nauseabondo che proveniva, crescente ogni giorno di più, dal suo appartamento.

Fino a quando, gli stessi vicini non hanno chiamato i soccorsi che, sfondando la porta, hanno trovato il corpo della donna nel box doccia, ormai in stato di decomposizione e il cane che si stava lasciando morire anche lui in salotto.

Immediatamente soccorso il cane e, con l’intervento delle Forze dell’ordine, ora si cercherà di capire come la donna sia deceduta. Da un primo esame, si pensa siano state proprio le alte temperature, poichè la casa era tutta chiusa. Non sono stati riscontrati segni di infrazione e nessun elemento prezioso è stato trafugato.

Ora la Polizia sta rintracciando la sorella della donna, forse sua unica parente, che vive in un’altra città.