Covid, le nuove regole: a giugno via il coprifuoco

Coprifuoco alle 23, riaperture dei ristoranti al chiuso, matrimoni con il green pass: ecco alcune delle regole in arrivo dalla cabina di regia

donna sulla spiaggia covid

Foto Getty Images | Emanuele Perrone

Scende il numero di contagi, così come quello delle vittime e delle terapie intensive. Alla luce degli ultimi dati incoraggianti, la cabina di regia del governo potrebbe rivedere le restrizioni e posticipare il coprifuoco. La linea rimane quella della prudenza e della gradualità, come ribadito più volte dal premier Mario Draghi.

Leggi anche: Le nuove possibili regole per Indice Rt e coprifuoco

Coprifuoco alle 23

Il decreto in vigore dovrebbe subire alcuni modifiche significative, che saranno operative a partire dal prossimo lunedì, 24 maggio. La prima indicazione riguarda il coprifuoco, che potrebbe essere spostato alle 23 o a mezzanotte, su pressioni del centrodestra e delle Regioni. Dopo un primissimo periodo di prova, il coprifuoco potrebbe essere cancellato definitivamente. “E’ realistico ipotizzare che nelle prossime settimane verrà rivisto“, dichiara il ministro degli Affari Regionali Mariastella Gelmini.

Mascherina all’aperto

Un altro tema sul tavolo di governo riguarda l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto. Al momento, “è troppo presto per rimuoverla, oggi la scelta non è ipotizzabile“, ha detto Locatelli. Ma, ha aggiunto, “verrà il momento in cui potremmo abbandonarla“. La questione non verrà affrontata all’inizio di giugno, ma non si esclude che l’esecutivo possa fare questa scelta a metà estate, quando la metà della popolazione sarà vaccinata.

Green pass per cerimonie

Centri commerciali, piscine al chiuso, palestre e matrimoni, questi alcuni dei nodi che l’esecutivo dovrà affrontare e redimere nei prossimi giorni. “Ci aspettiamo riaperture e ripartenza, lavoro e libertà, all’aperto e al chiuso, di giorno e di sera“, commenta il leader della Lega Matteo Salvini. Il governo dovrebbe dunque decidere la riapertura dei centri commerciali nei fine settimana (il 22 o il 29 maggio), quella delle piscine al chiuso, che potrebbe essere il 1 giugno insieme alle palestre, e la ripresa del settore dei matrimoni, forse intorno al 15 giugno, grazie al green pass. L’idea per far ripartire il settore dei matrimoni e delle cerimonie in generale è quella di affidarsi al green pass, a testimonianza dell’avvenuta vaccinazione o tampone negativo effettuato 48 ore prima della cerimonia.

Ristoranti al chiuso

I ristoranti al chiuso potranno riaprire a partire dal 1 giugno, ma è possibile che il governo decida di consentire l’attività anche la sera, mentre attualmente il decreto fissa l’apertura dalle 5 alle 18. Per quanto riguarda la ripartenza delle fiere (15 giugno), dei congressi e dei parchi tematici (1 luglio), non dovrebbero esserci imminenti modifiche.

Parole di Linda Pedraglio

Mi chiamo Linda Pedraglio. Sono nata e cresciuta in un piccolo paese vicino al lago di Como, ma, fra studio e lavoro, ho avuto modo di vivere città diverse: l’Erasmus a Helsinki, gli anni dell’università a Milano, il corso di giornalismo a Firenze. Sogno una piccola casa sul lago, piena di libri, che sono il mio affaccio sul mondo, e un orto di pomodori e peperoncini. Attualmente, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection, dove mi occupo di donne, salute e benessere, con qualche incursione nel percorso di emancipazione femminile.

Da non perdere