Codice della strada, da luglio è obbligatorio: multa salatissima per chi non lo fa

E’ ufficiale, tutte le nuove auto di omologazione Europea dovranno necessariamente montare il limitatore di velocità a seguito di una nuova legge.

rilevatore di velocità
ISA- Nanopress.it

Questo obbligo voluto dall’Europa, dunque, coinvolgerà tutte le auto attualmente in produzione e su quelle future. Nello specifico questa nuova regola entrerà in vigore dal prossimo 6 luglio per poi diventare obbligatoria dal 2024.

Dal 2024 sarà obbligatorio avere il limitatore di velocità installato a bordo

Questo dispositivo, come detto, servirà a limitare la velocità del nostro veicolo. Andiamo a vedere, quindi, nello specifico come funziona. Quest’ultima, inoltre, mira ad essere l’ennesimo tassello per aumentare la sicurezza nelle strade.

Nonostante ciò tutti i guidatori, almeno durante la prima fase di utilizzo, potranno scegliere liberamente di disattivare il limitatore di velocità. Parlando di quest’ultimo, il suo nome ufficiale sarebbe ISA, ossia Intelligent Speed Assistance.

Per funzionare il dispositivo, inoltre, utilizza diversi dati fra cui quello del GPS, del sistema di frenata d’emergenza e delle telecamere utili al riconoscimento dei segnali stradali. Così facendo il limitatore rileverà la velocità da mantenere in ogni tratta dandoci segnali sonori e visivi.

rivelatore di velocità
Produzione Auto- Nanopress.it

Quando supereremo il limite di velocità, infatti, grazie a questo nuovo accessorio l’automobile emetterà un suono simile a quando non si allacciano le cinture, segnalandoci di rallentare.

Se continueremo ad ignorare il segnale, quindi, il pedale dell’acceleratore, così come il sedile del conducente, inizierà a vibrare. Non solo, ISA è programmata affinché inizi a decelerare egli stessa se non lo faremo noi.

Potremo comunque disattivare ISA a nostro piacimento

Per farlo, ovviamente, utilizzerà il sistema di frenata d’emergenza, come già accennato prima. Così facendo, dunque, la nostra stessa vettura ci eviterà una multa davvero salata. Come detto, quindi, dal 6 luglio tutte le auto prodotte dovranno presentare al loro interno l’ISA.

Per tutte le vetture già immesse sul mercato, quindi, i guidatori avranno tempo fino al 7 luglio del 2024 per adeguarsi alla nuova manovra promossa dall’Unione Europea. Come detto, inoltre, il limitatore di velocità non sarà sempre attivo dato che potremo disattivarlo a nostro piacimento.

rilevatore di velocità
Rilevatore di velocità- Nanopress.it

Chiaramente, le sanzioni saranno salatissime per tutte le case costruttrici che non seguono la nuova regola imposta dal codice della strada.

Il motivo di tale scelta, inoltre, riguarda i cartelli stradali, i quali avranno limiti diversi a seconda del veicolo che stiamo controllando. Insomma per evitare eccessivi rallentamenti dove non serve, per ora è contemplata una disattivazione del dispositivo.

In futuro però questo potrebbe cambiare dato che già oggi, dopo un primo periodo di prova, si parla di tenere obbligatoriamente attivato il dispositivo per il controllo della velocità.