Catania, ragazzini rischiano di fare deragliare il treno dai binari: posizionavano pietre e bastoni

A Catania, precisamente nel comune di Grammichele, sono stati fermati 6 ragazzini della stessa scuola media che, per gioco, posizionavano pietre e altro materiale sui binari del treno rischiando di farlo deragliare.

Binari
Binari – Nanopress.it

Fermati dai carabinieri, sono stati segnalati per danneggiamento e attentato alla sicurezza dei trasporti.

I danni e i rischi per la sicurezza

Tutto è avvenuto nella giornata del 18 maggio 2021, quando sei ragazzini intorno ai 14 anni hanno pensato di posizionare pietre, tubi e una grande quantità di materiale ferroso sui binari del treno.

Fortunatamente l’impatto è stato evitato grazie al macchinista che guidava il convoglio proveniente da Catania e diretto a Caltagirone, perché mentre si avvicinava alla stazione si è accorto che quel tratto dei binari era stato compromesso ed è riuscito a fermare il treno.

All’epoca dei fatti la natura del materiale era risultata idonea a ledere alla sicurezza del trasporto con il possibile deragliamento del treno.

Oltre alla denuncia da parte delle forze dell’ordine al Tribunale per i minorenni di Catania, i minorenni sono stati bloccati mentre arrecavano danni alla stazione, lanciando dei sassi contro la facciata.

L’età si aggira intorno ai 14 anni ma quasi tutti sono più piccoli e quindi non imputabili, sono quindi stati identificati dai militari e sono stati riconsegnati ai genitori in attesa degli esiti delle indagini che tentano di ricostruire con esattezza quanto accaduto stabilendo se davvero sono loro i colpevoli del gesto.

Binari
Binari – Nanopress.it

Le accuse

I fatti sono veramente gravi non solo perché il materiale è stato posizionato appositamente per far deragliare il treno, evento che avrebbe portato a danni incalcolabili e alla sicura morte di diverse persone, ma anche perché tali oggetti (rastrelliere per biciclette, cartellonistica stradale) sono stati reperiti con atti di vandalismo.

Il vandalismo è stato effettuato anche nel danneggiamento della facciata della stazione di Grammichele, verso la quale sono state lanciate pietre di grandi dimensioni che ne hanno rovinato l’immagine estetica.

Considerato ingenuamente come un gioco, l’accaduto è davvero grave e i carabinieri indagano cercando di capire se la banda di minorenni avesse davvero lo scopo di arrecare danni e provocare una tragedia, oppure si trattava solo di inconsapevolezza, data la giovane età, di quello che stavano facendo.

I carabinieri della Stazione di Grammichele hanno denunciato i ragazzini, tutti residenti in un comune limitrofo dove frequentano la medesima scuola calatino al Tribunale per i minorenni di Catania, ora sono gravemente indiziati con accuse circa la compromissioni della sicurezza dei trasporti.

L’indagine è stata avviata dopo la denuncia presentata dal capotecnico delle Ferrovie dello Stato, che sostiene che solo il rallentamento del macchinista ha consentito il fermo del convoglio, che intorno alle 21 di quel 18 maggio dello scorso anno, stava arrivando alla stazione di Grammichele.