Castel Volturno, investe e uccide una donna con un’auto che non poteva circolare: conducente in fuga

Il drammatico incidente costato la vita a una donna di 34 anni di Napoli, che stava trascorrendo alcuni giorni di vacanza a Castel Volturno, è avvenuto nella serata di Ferragosto. 

Auto della Polizia
Auto della Polizia – Nanopress.it

Il veicolo che ha investito la vittima era stato rottamato e non avrebbe più dovuto circolare.

Sarà quindi difficile individuare il conducente della vettura, che dopo aver investito la 34enne, si è dato alla fuga.

Incidente a Castel Volturno: 34enne investita e uccisa da un’auto ‘pirata’

Stava trascorrendo la serata con alcuni amici, quando un’auto pirata l’ha investita mentre attraversava la strada.

Vittima dell’ennesima tragedia sulle strade una 34enne di origine polacca, Agata I., residente a Napoli da tempo.

La notte di Ferragosto, la giovane si trovava a Castel Volturno, località turistica del casertano, quando una Nissan Micra l’ha presa in pieno.

La vittima stava attraversando la strada Domiziana in compagnia di una coppia di amici, quando è stata investita.

Nonostante lo choc, i due compagni hanno immediatamente allertato i soccorsi, ma per la vittima non c’è stato nulla da fare.

Conducente in fuga: l’auto non poteva circolare

Dopo aver investito la 34enne, il conducente ha abbandonato l’auto ed è fuggito. Gli agenti della Polizia Stradale hanno scoperto che la vettura era stata rottamata e quindi non poteva circolare.

Toccherà ora agli inquirenti dare un volto e un nome alla persona che guidava la Nissan. Un compito non semplice, perché nella zona in cui è avvenuto l’incidente ci sono poche telecamere di sorveglianza e, a parte i due amici della vittima, non sembrerebbero esserci altri testimoni.

In corso accertamenti sul veicolo.

Tragedia in mare a Castel Volturno: morti padre e figlio di 6 anni

Un’altra tragedia ha scosso questo pomeriggio la comunità di Castel Volturno. Un papà di famiglia è morto annegato tentando di salvare i suoi tre figli di 6, 10 e 13 anni.

L’uomo, quando ha vista in difficoltà i tre ragazzi, si è tuffato in mare, ma l’acqua lo ha sopraffatto. Nulla da fare neppure per il più piccolo, il bimbo di 6 anni, il cui corpo è stato recuperato diverse ore dopo.

L’altro figlio di 10 anni versa in gravissime condizioni. Altri bagnanti che erano presenti sul posto hanno tentato di salvare il bambino e il papà, ma nulla è stato possibile fare.

Sul posto sono intervenuti gli uomini della Capitaneria di Castel Volturno e i vigili del fuoco dei distaccamenti di Mondragone e Aversa.