Call center e chiamate indesiderate: ecco perché le riceviamo ancora

Ancora chiamate indesiderate dai call center, nonostante molti utenti abbiano effettuato l’iscrizione al Registro delle Opposizioni. Ecco perché.

Telefonate dal call center
E’ possibile bloccare le chiamate da call center-Nanopress.it

Nonostante molti utenti si siano iscritti al Registro delle Opposizioni, le chiamate indesiderate dai call center non si arrestano. Un problema che affligge milioni di possessori di cellulari e telefoni di telefonia fissa. Pare, però, che ci sia una spiegazione dietro questo fenomeno.

Telefonate indesiderate dai call center anche con il Registro delle Opposizioni

Molti utenti hanno scelto di aderire al Registro delle Opposizioni al fine di non ricevere più sgradite telefonate da parte dei call center che, negli ultimi anni, hanno svolto un’attività sempre più insistente e massiccia per propinare offerte di qualsiasi sorta.

C’è, però, un problema: in molti, infatti, hanno notato che le chiamate da parte dei call center non si sono arrestate, nonostante l’adesione al blocco delle chiamate provenienti dalle numerazioni ad essi collegati.

Il mistero si spiega in maniera molto semplice: l’Unione Nazionale dei Consumatori, infatti, ha avviato un’indagine per venire a capo della questione e si è scoperto che – tra le motivazioni per cui si continuano a ricevere telefonate indesiderate per la vendita di servizi o specifici prodotti – c’è la mancata registrazione alla piattaforma da parte degli operatori.

Operatore Call Center
Operatore Call Center – Nanopress.it

L’indagine nel dettaglio

L’indagine condotta dall’associazione si è focalizzata sugli iscritti al Registro delle Opposizioni, notando che c’è stato una sorta di miglioramento per quel che concerne la ricezione di telefonate indesiderate, ma che c’è ancora molto da fare per tutelare il consumatore.

Nel 37% dei casi, tali chiamate sono scomparse del tutto, mentre per il 5% nulla è cambiato: la situazione, per tale percentuale, è rimasta invariata, nonostante l’attivazione del Registro delle Opposizioni.

Al registro possono aderire sia utenti con numero fisso che quelli in possesso di un’utenza mobile. Gli operatori che non rispettano le nuove disposizioni rischiano multe salate, fino a 20 milioni di euro, secondo le nuove disposizioni di legge.

Si può aderire, in maniera totalmente gratuita, al Registro delle Opposizioni, collegandosi al sito www.registrodelleopposizioni.it, dove sarà chiesto di compilare un modulo elettronico al fine di completare la procedura.

In alternativa, si può optare per il numero verde 800 265 265 o inviando il modulo di adesione all’indirizzo e-mail iscrizione@registrodelleopposizioni.it. C’è anche la possibilità di inviarlo a mezzo raccomandata.

Qualora riceviate chiamate dai call center, nonostante l’iscrizione al registro, dovrete chiedere all’operatore per quale società chiama e il prodotto e/o servizio che intendono proporvi. Inoltre, specificate al chiamante che siete iscritti al Registro delle Opposizioni, per poi segnalare l’accaduto al Garante della Privacy.