Caldo da record in tutta Italia: in Sardegna i picchi massimi

Il caldo da record che sta caratterizzando la nostra penisola in questi ultimi giorni sta raggiungendo picchi altissimi in particolare in alcune regioni. Tra queste la Sardegna in cui è stata diramata l’allerta.

Termometro
Termometro – Nanopress.it

Durante queste ultime settimane stiamo assistendo a temperature da record un po’ in tutte le regioni d’Italia. Giornate in cui si sono sfiorati i 40 gradi. Un clima anomalo per il mese di giugno, in cui durante gli altri anni le temperature sono sempre rimaste abbastanza miti.

Il caldo piace a tutti, ma quando diventa troppo forte può portare non pochi problemi. Infatti, oltre a rendere difficile la vivibilità soprattutto all’interno delle varie città, si sono registrati anche fenomeni di carestia a causa dell’aridità dei campi.

Questo è avvenuto soprattutto al sud in cui regioni come la Sardegna hanno raggiunto temperature veramente da record.

La situazione caldo record in Italia

Dunque il bollino rosso per il caldo è stato registrato più o meno in tutta la penisola italiana. Temperature da record a partire dalla Sicilia, in cui nella giornata di ieri, domenica 4 maggio, si sono raggiunti i 40 gradi a Siracusa, Catania e Agrigento.

Tra i 38 e 35 gradi invece sono stati registrati in Campania, Calabria, Puglia e in alcune regioni centrali.

Al contrario nel nord Italia, soprattutto verso il tardo pomeriggio si è assistito a temperature più fresche.

Fortunatamente a quanto pare l’ondata di caldo anomalo è destinata a finire nel breve periodo. Precisamente a partire da martedì 7 giugno è previsto un leggero peggioramento delle condizioni meteo, che comporterà anche un leggero calo delle temperature. Sono attesi dunque temporali soprattutto in Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Da giovedì 9 invece il mal tempo si estenderà anche al sud.

Allerta per la Sardegna: il caldo da record continua

In Sardegna il caldo record continua, infatti la Protezione civile ha deciso di diramare un allerta meteo, causa temperature troppo elevate. Il fenomeno, a detta della Protezione interesserà principalmente la zona meridionale e sudorientale dell’isola.

Solo nella giornata di ieri infatti, secondo i dati dell’Ansa, il termometro ha toccato i 39.1 gradi, precisamente nella località di Marcalagonis. 38.5 gradi a Cagliari38.3 a Decimommannu e oltre i 37 a Dorgali, Guasila e Monastir.

Spiaggia
Spiaggia – Nanopress.it

In base alle stime degli esperti dell’ufficio meteo dell‘Aereonautica militare, questa situazione durerà all’interno della regione, fino a mercoledì sera. Questo perché l’anticiclone subtropicale che ci sta interessando nelle ultime settimane tenderà a spostarsi verso est. Lasciando il posto ad un vento di maestrale che riporterà le temperature verso la media stagionale. Dando vita anche a delle precipitazioni.