Cadorago, 33enne uccisa a coltellate: fermato il compagno

A lanciare l’allarme sono stati i vicini di casa, che hanno sentito le grida d’aiuto della vittima. Quando i carabinieri sono giunti sul posto, per la 33enne non c’era più nulla da fare.

Carabinieri
Carabinieri – Nanopress.it

A colpirla a morte sarebbe stato il compagno, un uomo di 37 anni, con il quale conviveva da un paio d’anni.

Omicidio a Cadorago: 33enne uccisa dal compagno

Ennesimo femminicidio questa mattina a Cadorago, provincia di Como.

Una donna di 33 anni, Valentina Di Mauro, è stata uccisa a coltellate nella sua abitazione, in via Leopardi. Per il delitto è stato fermato il compagno, un uomo di 37 anni, Marco Campanaro, con il quale la vittima conviveva da un paio d’anni.

Ad allertare i carabinieri della stazione di Cantù sono stati i vicini di casa, che hanno sentito le grida d’aiuto della donna.

L’omicidio sarebbe avvenuto questa mattina all’alba. Quando i carabinieri sono giunti sul posto, per la 33enne non c’era più nulla da fare.

Secondo le prime ricostruzioni, tra la vittima e il compagno ci sarebbe stata una lite – l’ennesima sembrerebbe per gelosia. Lite che è finita con l’aggressione e la morte della donna.

Arrestato il compagno

Il presunto assassino è stato trovato con le mani sporche di sangue ed è stato arrestato in flagranza.

luogo delitto
Luogo del delitto – Nanopress.it

Quando i militari lo hanno ammanettato, non ha proferito parola.

I Carabinieri stanno ascoltando i testimoni, per ricostruire gli attimi precedenti alla tragedia che ha sconvolto la piccola comunità comasca.

Campanaro, magazziniere in Svizzera e senza precedenti, avrebbe aggredito la compagna con diverse coltellate, lasciando il corpo in una pozza di sangue sul pavimento del bagno.

Quando i vicini di casa hanno lanciato l’allarme, sentendo le grida di aiuto della donna,  pensavano all’aggressione di un ladro. Così sono scesi al piano terra della palazzina in via Leopardi, ma nessuno ha aperto la porta dall’interno.

Hanno quindi allertato i carabinieri, che hanno scoperto il corpo senza vita di Valentina di Mauro e il compagno – in evidente stato di shock – con i vestiti sporchi di sangue.

Sia la vittima che il convivente erano entrambi originari del Milanese. La Di Mauro lavorava come collaboratrice domestica.

Sembra che la lite sia scoppiata per motivi di gelosia, ma sono in corso accertamenti dei carabinieri.

L’ipotesi di reato ipotizzata per Marco Campanaro è di omicidio volontario. Al momento ol 37enne è l’unico sospettato.